Voucher, il governo vara emendamento per abolirli: ok all’abrogazione

Lo strumento di lavoro inserito nel Jobs Act potrebbe essere eliminato.

Voucher

Voucher

Addio voucher: la commissione Lavoro della Camera ha approvato l’eliminazione dei buoni lavoro, votando a favore dell’emendamento Pd che abroga gli articoli 48, 49 e 50 del Jobs Act. L’emendamento prevede anche un periodo transitorio – fino al 31 dicembre 2017 – in cui si potranno continuare ad utilizzare quelli già acquistati.

I voucher della discordia potrebbero davvero avere le ore contate o meglio i giorni contati, da alcuni giorni infatti il Governo pensava ad un modo per abolirli totalmente ed evitare cosi il Referendum popolare che era stato comunque accettato, qui i dettagli in merito.

Il Pd ha presentato un emendamento che elimina totalmente lo strumento abrogando i tre articoli che lo disciplinano dal disegno di legge 81 del 2015 (il Jobs Act). L’emendamento, che verrà votato in commissione Lavoro della Camera, prevede anche un periodo transitorio necessario per permettere a chi ha già acquistato i voucher di utilizzarli.

Inoltre è previsto un periodo di transizione per dare modo a coloro che li stanno utilizzando di continuare a farlo come precisato in questa nota di Patrizia Maestri del Pd:

ci sarà un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2017 per permettere di utilizzarli a chi li ha gia’ acquistati. L’abrogazione è un risultato inatteso ma positivo, speriamo però che il governo non li faccia poi rientrare sotto altre forme.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.