Rassegna stampa dal mondo del 18 marzo

In primo piano l’incontro Trump-Merkel, sparatoria a Orly.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Angela Merkel e Donald Trump

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha incontrato Donald Trump a Washington. Si è trattato della prima visita ufficiale della cancelliera negli Stati Uniti dopo l’insediamento di Trump alla presidenza. I colloqui sono durati due ore. La Merkel era accompagnata dai dirigenti delle aziende tedesche Siemens, Schaeffler e Bmw. Al centro dell’incontro il commercio transatlantico, le questioni di difesa nel quadro della Nato e questioni di politica estera riguardanti Russia, Siria, Iran, Corea del Nord e la pace in Medio oriente. A margine dell’incontro, Donald Trump ha dichiarato che sia lui sia Merkel sono stati “intercettati” durante l’amministrazione Obama.

Un uomo è stato ucciso dalle forze dell’ordine all’aeroporto di Orly a Parigi, in Francia. Le forze dell’ordine hanno sparato all’uomo dopo che quest’ultimo aveva preso possesso di un’arma da fuoco di un soldato. L’aeroporto è stato evacuato e sono in corso operazioni di ricerca di eventuali esplosivi e di eventuali complici. Il ministro dell’interno Bruno Le Roux si sta recando sul posto.

Rubato un computer dei servizi segreti statunitensi alla Trump tower. Il portatile che conteneva una mappa dell’edificio e altro materiale riservato è stato rubato dall’automobile di un agente a New York, come confermato dalle autorità. L’Abc news ha rivelato che dentro il computer c’erano anche dei dati sull’inchiesta sul caso delle email private di Hillary Clinton.

Quattro aerei da combattimento israeliani in Siria sono stati presi di mira da missili delle forze governative siriane. Le forze di difesa israeliane hanno comunicato che nessun aereo è stato colpito e che uno dei missili lanciati dalla Siria è stato intercettato e abbattuto dallo scudo antimissile Arrow a nord di Gerusalemme. Si tratterebbe del primo utilizzo ufficiale del sistema antimissile. L’esercito siriano ha dichiarato invece che uno degli aerei è stato colpito. Le dichiarazioni ufficializzano un aggravamento delle tensioni tra Damasco e Gerusalemme.

Un attacco aereo colpisce una moschea nel nord della Siria, almeno 42 morti. L’attacco è stato condotto da aerei non identificati ad al Jineh, nella provincia di Aleppo. Gli Stati Uniti hanno comunicato di aver condotto un raid aereo contro militanti al Qaeda, ma hanno negato di aver colpito una moschea. Il villaggio colpito si trova in una delle zone sotto il controllo dei ribelli.

È morto il poeta santaluciano Derek Walcott. Il poeta è morto questa mattina all’età di ottantasette anni nella sua casa a Cap Estate, sull’isola di Santa Lucia nelle Piccole Antille. Walcott era malato da tempo ed era stato recentemente dimesso dall’ospedale. Divenuto celebre con la collezione di poesie In a green night pubblicata nel 1962, Walcott vinse il premio Nobel per la letteratura nel 1992.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *