Rassegna stampa dal mondo del 28 marzo

In primo piano il ciclone Debbie in Australia.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Ciclone Debbie

L’Australia è stata colpita da un potente ciclone. Il ciclone Debbie, che trasporta venti fino ai 263 chilometri orari, ha lasciato almeno 45mila abitazioni senza elettricità. La zona più colpita è quella del Queensland settentrionale. Il premier Malcom Turnbull ha attivato lo stato d’emergenza. Al momento non risultano vittime né feriti, ma diverse case sono state danneggiate. La tempesta ha perso potenza, passando dalla categoria 4 alla categoria 3.

Il genero di Donald Trump sarà interrogato sui suoi legami con la Russia.Jared Kushner, marito di Ivanka Trump e consigliere del presidente sulla politica estera, si è offerto volontario per un’audizione di fronte alla commissione del senato che indaga sulle eventuali ingerenze di Mosca nella campagna elettorale statunitense. Il senato chiederà conto a Kushner di due incontri che avrebbe organizzato con alcuni ufficiali russi: al primo, che sarebbe avvenuto alla Trump Tower, avrebbe partecipato l’ambasciatore Sergei Kislyak, al secondo un dirigente di una banca di stato russa.

Il leader dell’opposizione russa Aleksej Navalnyj resterà in carcere per 15 giorni. Navalnyj è stato arrestato a Mosca insieme ad altre persone mentre partecipava a una manifestazione per chiedere le dimissioni del primo ministro Dimitri Medvedev, accusato di corruzione. I cortei, ai quali hanno partecipato migliaia di persone, si sono svolti senza un permesso ufficiale delle autorità. Navalnyj aveva annunciato la sua candidatura contro Putin nel 2018, ma non può candidarsi perché è stato condannato in un processo da lui definito “politicizzato”.

È morto l’attivista sudafricano Ahmed Kathrada. Aveva 87 anni ed era uno dei leader della lotta contro l’apartheid. Recentemente aveva subìto un’operazione al cervello. Insieme a Nelson Mandela, era stato tra gli esponenti del partito African national congress condannati all’ergastolo nel 1964. Uscì dal cercere nel 1989, entrando in seguito a far parte del governo di Mandela.

I ribelli siriani hanno preso il controllo dell’aeroporto di Tabqa. Le forze curde appoggiate dagli Stati Uniti hanno preso il controllo della base aerea di Tabqa che era in mano ai militanti del gruppo Stato islamico (Is) dal 2014. Si tratta di una base strategicamente molto importante per la sua vicinanza a Raqqa, roccaforte dell’Is nel nord della Siria.

Un’inchiesta di Amnesty accusa gli Stati Uniti per le morti dei civili a Mosul.Ai residenti di Mosul è stato detto di non lasciare le proprie case prima dei raid aerei del 17 marzo, che hanno causato la morte di più di 150 civili. Lo sostiene un rapporto dell’organizzazione umanitaria Amnesty International. Secondo Amnesty, la coalizione guidata dagli Stati Uniti in Iraq non ha preso le dovute precauzioni per evitare le morti dei civili mentre cerca di combattere il gruppo Stato islamico.

Il governo canadese verso la legalizzazione della marijuana. L’esecutivo ha intenzione di legalizzare la marijuana per uso ricreativo entro il 1 luglio 2018, come promesso in campagna elettorale dal primo ministro Justin Trudeau. Il Canada, a quel punto, diventerebbe il primo paese del G7 a legalizzare completamente l’uso della sostanza, il cui uso a scopo medico è già consentito.

In Spagna è stata aperta un’inchiesta sulle torture del governo siriano. Un tribunale spagnolo ha ordinato un’inchiesta per terrorismo riguardo alla condotta degli ufficiali del governo siriano durante la guerra. Il caso riguarda una donna spagnola nata in Siria, che ha denunciato che suo fratello è stato torturato e giustiziato dalle forze di sicurezza siriane nel 2013. Alcune foto che ne confermano la morte sono stati portati via di nascosto dalla Siria da un fotografo.

La pazza gioia di Paolo Virzì ha vinto il David di Donatello come miglior film. Ecco tutti i vincitori.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *