Carmen Consoli e Parthenope: l’incontro a Napoli delle due sirene

Un incontro, una magia, una sinergia musicale.

Domani sera al teatro Augusteo di Napoli due leggende a confronto, quella antica, la sirena Parthenope, e, cioè, l’amore del pubblico napoletano e, quella dei nostri giorni, Carmen Consoli, la sirena incantatrice della scrittura e della musica italiana.

Eco di sirene è il nuovo tour teatrale che sta attraversando l’Italia  e che sta riscuotendo l’inevitabile successo di pubblico. Il titolo è preso in prestito da un brano tratto dal suo album, Mediamente isterica, ispirato alla guerra in Afghanistan.

Un nuovo progetto in trio, infatti, sul palco insieme a Carmen ci sarà Emilia Belfiore al violino e Claudia della Gatta al violoncello.

Eco di sirene è l’evoluzione di uno dei progetti più amati ed originali di Carmen: L’anello mancante (2008), un tour teatrale con il quale ha registrato il tutto esaurito in Italia, in Europa e negli Stati Uniti, dominando la scena sola sul palco con le sue sei chitarre.

Come in quel concerto, la musica sarà la tela sulla quale tracciare riflessioni e impressioni personali; qui però i tre strumenti acustici si rimandano suggestioni diverse sugli stessi temi musicali e argomenti, dando così corpo all’ambivalenza connaturata al titolo stesso, Eco di sirene. Una sirena è infatti al tempo stesso un suono d’allarme ed una creatura magica che canta per avvisare del pericolo. Una sirena ama e custodisce, assorda e allerta. Una sirena incanta e seduce. Ma può anche urlare e proteggere. È una mostruosa chimera ed una dolce fanciulla in cerca di un’anima. Eco di sirene è quindi uno spazio nel quale accogliere e dar voce e corpo alle domande sul presente, ai piccoli momenti di gioia quotidiana, alla pluralità di risposte individuali.

Carmen Consoli

Carmen Consoli

loading...
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *