Rassegna stampa dal mondo dell’8 aprile

In primo piano l’attentato di Stoccolma e l’attacco americano in Siria.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Attentato a Stoccolma

Un camion investe la folla nel centro di Stoccolma, almeno quattro morti. Poco prima delle 15 (ora locale) del 7 aprile, un veicolo con una sola persona alla guida ha investito la folla su Drottninggatan, la strada pedonale più frequentata del centro di Stoccolma per poi schiantarsi contro la vetrina di un grande magazzino. La Säpo, i servizi di sicurezza svedesi, ha confermato quattro morti e quindici feriti. Il primo ministro svedese Stefan Löfven ha dichiarato che le informazioni disponibili fanno pensare ad un attacco terroristico. La polizia sta interrogando due persone che al momento non sono incriminate.

Gli Stati Uniti colpiscono una base aerea in Siria in risposta all’attacco chimico su Khan Sheikhun. Alle 4.40 (ora siriana) gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili Tomahawk contro la base militare di al Shayrat vicino a Homs, in Siria. Secondo l’agenzia siriana Sana l’attacco avrebbe provocato nove vittime tra cui quattro bambini. Dalla base colpita sarebbe partito l’attacco chimico del 4 aprile su Khan Sheikun in cui sono morte più di 80 persone. Il presidente statunitense Donald Trump ha confermato di aver ordinato il bombardamento e ha invitato “le nazioni civili a unirsi agli Stati Uniti per far cessare il massacro in Siria”. Il Cremlino ha definito l’attacco “un’aggressione nei confronti di uno stato sovrano” e ha comunicato la sospensione dell’accordo con Washington per la sicurezza nello spazio aereo siriano.

Il senato statunitense ha confermato la nomina di Neil Gorsuch a giudice della corte suprema. Il voto che ha reso il conservatore Gorsuch il centotredicesimo giudice della corte suprema pone fine ad uno stallo di oltre un anno sulla nomina del successore del giudice Antonin Scalia, morto nel febbraio del 2016. Gorsuch, nominato dal presidente Donald Trump, ha 49 anni e potrebbe perciò ricoprire il suo ruolo per i prossimi trent’anni. Per superare l’impasse parlamentare, il senato ha dovuto applicare la cosiddetta opzione nucleare che cambia le regole di voto per permettere l’approvazione della nomina a maggioranza semplice anziché rinforzata.

Il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato Donald Trump a Mar-a-lago, in Florida. Si è concluso ieri il primo summit bilaterale tra il presidente statunitense e il leader cinese Xi Jinping. Entrambi i leader hanno sottolineato i risvolti positivi del vertice, tra cui l’accordo su un piano di cento giorni di negoziati commerciali per aumentare le esportazioni statunitensi e ridurre il surplus commerciale della Cina nei confronti degli Stati Uniti. Il segretario di stato Rex Tillerson ha inoltre comunicato che è stato raggiunto un accordo per una maggiore cooperazione sulla questione del nucleare nordcoreano.

L’Italia patteggia con le vittime delle violenze nella caserma di Bolzaneto durante il G8 di Genova. Il governo italiano ha riconosciuto i propri torti nei confronti di sei cittadini per quanto subito nella caserma di Bolzaneto il 21 e 22 luglio 2001, durante il G8 di Genova. Il patteggiamento, che prevede il versamento di 45mila euro ciascuno per danni morali e processuali, arriva al termine di un ricorso presso la Corte europea dei diritti dell’uomo per violazione del diritto a non essere sottoposti a maltrattamenti e tortura e per l’inefficacia dell’inchiesta penale sui fatti di Bolzaneto. Strasburgo ha preso atto della risoluzione amichevole tra le parti.

Proteste in tutto il Sudafrica per chiedere le dimissioni del presidente Jacob Zuma. Migliaia di oppositori di Zuma hanno marciato per le strade di Città del Capo, Durban e nella capitale Pretoria dopo la decisione del presidente di congedare il ministro delle finanze Pravin Gordhan nel recente rimpasto di governo. Anche i sostenitori di Zuma hanno marciato e a Johannesburg la polizia ha usato gas lacrimogeni e proiettili di gomma contro i manifestanti.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *