Buongiorno Italia: Presentata alla stampa la mostra al musil Brescia, dal 21 aprile

Buongiorno Italia, la mostra che celebra il genio di Cesare Zavattini e il talento di Roberto Gavioli, al musil dal 21 aprile al 18 giugno 2017. Inaugurazione venerdì 21 aprile 2017 – ore 19.00

Disegno originale::Cesare Zavattini

Il musil – Museo dell’Industria e del Lavoro attinge al fondo della Gamma Film per riportare alla luce due importanti progetti di film d’animazione degli anni Sessanta, Buongiorno Italia e La lunga calza verde, basati sulla sceneggiatura di Cesare Zavattini e la direzione di Roberto Gavioli,  per offrire al visitatore una mostra esclusiva e di grande valore storico-culturale.

Nella Milano degli anni Cinquanta il pubblicitario Dino Villani, amico di Zavattini con il quale lanciò il concorso5000 lire per un sorriso da cui prese origine Miss Italia, si rese complice dell’incontro tra lo sceneggiatore e Roberto Gavioli.

Di quell’incontro Gavioli ricordava

Con lui giravamo ogni sera nelle osterie e nelle bettole milanesi, fra la gente. Al “Cantinone”, un’osteria trattoria in centro a Milano, vicino a Palazzo Marino, Zavattini mi fece assaggiare per la prima volta un bicchierino di Gocce d’Oro, un liquore giallo fatto dai frati certosini.

In un’Italia che stava cambiando e aprendosi alla modernità, Zavattini e Gavioli, con un gruppo di giovani disegnatori talentuosi della Gamma Film, cominciarono a lavorare allo storyboard. Nell’idea di Zavattini “il soggetto per un cartone animato a lungometraggio ha per tema l’Italia e più precisamente una giornata dell’Italia.

Un commentatore ci introdurrà in queste 24 ore italiane che, rappresentate con uno stile satirico favolistico, daranno i caratteri più tipici del nostro paese, alternando elogi, critiche e ironie sempre su un piano spettacolare e cordiale”.

In quei giorni Zavattini, prolifico scrittore di soggetti cinematografici, era in costante contatto con il mondo del cinema romano, scambiando lunghe telefonate con Vittorio De Sica alle prese con la lavorazione del film La ciociara, coinvolgente e intensa pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia.

E intanto “Il mosaico di quelle nostre tavole zavattiniane cresceva ogni giorno” (R. Gavioli).

Al progetto contribuirono contemporaneamente decine di persone, tecnici e disegnatori diversi per formazione e stile, un lavoro collettivo e cooperativo che entusiasmò Zavattini tanto quanto l’intera Gamma Film.

Ma si era alle soglie del centenario dell’Unità e nel 1960 da Sandro Pallavicini (della casa di produzioneINCOM) giunse la proposta di lavorare su un progetto irrinunciabile dedicato alla celebrazione dell’Unità d’Italia.

Accantonato Buongiorno Italia, Gavioli e Zavattini pensarono ad un nuovo mediometraggio sull’epopea risorgimentale: La lunga calza verde

 

 

loading...
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.