“Le verità”, opera prima del regista Giuseppe Alessio Nuzzo con Francesco Montanari e Anna Safroncik [Poster, trailer e backstage]

Il thriller psicologico ambientato a Napoli con la partecipazione di Maria Grazia Cucinotta.


Vedere il futuro e avere una seconda chance per cambiarlo. Questo è il destino del protagonista di Le verità, opera prima di Giuseppe Alessio Nuzzo con Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola e Anna Safroncik e la partecipazione straordinaria di Maria Grazia Cucinotta, Lino Guanciale, Yuri Napoli, Massimo Poggio, Roberta Scardola, Sergio Solli, Salvatore Misticone, Luigi Diberti e Renato Scarpa nel ruolo del Professor Attanasio.

Musiche di Marco Ligabue, Tullio De Piscopo, Alex Colle e musiche originali composte e orchestrate da Adriano Aponte con la Budapest Scoring Symphonic Orchestra.

Prodotto da Pulcinella Film in coproduzione il Social World Film Festival, “Le verità” è un thriller psicologico, ambientato tra Napoli e Penisola Sorrentina, caratterizzato da ambientazioni notturne, pioggia battente, personaggi misteriosi, che indurrà lo spettatore a domandarsi: Se fosse capitato a me, come avrei agito? Il film, distribuito da Paradise Pictures e Stemo Production, sarà nelle sale dal 27 aprile e verrà presentato al Mercato Internazionale del prossimo Festival di Cannes.

Tornato dall’India dopo un viaggio d’affari, il giovane imprenditore Gabriele Manetti sente che la sua vita sta per prendere una direzione diversa da quella che ha sempre avuto. Il suo mondo, le certezze che la sua condizione sociale gli ha permesso di avere, lo stesso rapporto con la sua fidanzata e con i suoi amici non lo appagano più.

Si accorge, però, di essere tornato dal viaggio anche con qualcos’altro: scopre, infatti, di aver acquisito la capacità di poter “vedere” oltre le apparenze, di poter prevedere il futuro…

Le verità film

Le verità poster

NOTE DI REGIA

«Chi sono io? Chi sono veramente le persone che mi sono accanto?» è la domanda che mi sono posto prima di intraprendere la direzione di questo film.

La pellicola si basa su una storia realmente accaduta: proprio la vita reale insegna che le facce della stessa medaglia non sono mai uguali, che ci sono sempre almeno due verità, una più limpida, chiara ai nostri occhi, quella più semplice, e un’altra più remota, nascosta. «E quale di queste è quella giusta? Qual è la reale faccia delle verità?»

Almeno due sono le verità del film, due i potenziali finali della pellicola, due le facce dei protagonisti, due le fotografie, due le ambientazioni, due le scenografie, due i costumi, due le regie.
Nell’ottica di un ritorno in Italia al genere cinematografico, ho voluto esplorare le potenzialità di un genere poco masticato nel nostro Paese, il thriller psicologico.

Ho voluto porre l’accento sui personaggi e sulla loro psicologia piuttosto che su altri potenziali elementi della trama del film.

La macchina da presa analizza a fondo il protagonista e la sua psiche riveste un ruolo primario nell’evolversi degli eventi; il suo stato mentale è sempre messo a dura prova dalle vicende della storia e i conflitti sono da ricercare proprio dentro la sua testa e non come effetto di un controllo esterno.

Gabriele è travolto da una serie di misteriose visioni, di situazioni reali che accadranno da li a poco; un viaggio nei ricordi, un vortice di paure e ossessioni, «Quello che vedo è la faccia nascosta della verità? Posso davvero prevedere il futuro?»

Ambientazioni notturne, pioggia battente, personaggi misteriosi, un montaggio quasi visionario unito a due regie del film completamente differenti, una caratterizzata dall’utilizzo ossessivo e maniacale di piani sequenza, l’altra da continui stacchi, mi hanno aiutato a raccontare una trama complessa e articolata, calma solo all’apparenza ma tumultuosa nel suo incedere introspettivo, con l’obiettivo di catturare e avvolgere lo spettatore in un misto di dubbi, scoperte e riscoperte, inversioni di rotta e falsi finali.

Giuseppe Alessio Nuzzo

Classe 1989. Regista, autore, produttore, è attuale direttore generale del “Social World Film Festival”, mostra internazionale del cinema sociale. Docente e direttore artistico presso l’Università del Cinema, è collaboratore esterno presso la Scuola di Cinema di Napoli e scrive di critica cinematografica su vari periodici.

Ha diretto numerosi cortometraggi (“Lettere a mia figlia” con Leo Gullotta), documentari (“Primitivamente” con Giancarlo Giannini e le musiche di Enzo Avitabile ed Adriano Aponte) e spot a tematica sociale (“Corri” con Anna Falchi in onda sulle reti Rai e Mediaset) per i quali ha ricevuto riconoscimenti e premi dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (Premi Nastri d’Argento), dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e dal Premio Nobel Rita Levi Montalcini, dall’Unione Europea e da Pubblicità Progresso.

È giurato a svariati festival cinematografici internazionali tra cui Festival, ora Festa, del Film di Roma per il premio Marc’Aurelio Esordienti (al fianco di Caterina D’Amico, già amministratore delegato di Rai Cinema) e Giffoni Film Festival.

Nell’ottobre 2011 è tra le dieci eccellenze del cinema giovane italiano a Los Angeles per la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Nel 2013 ha ideato e fatto realizzare il primo ed unico monumento al cinema in Italia, “The Wall of Fame”, a Vico Equense (Costiera Sorrentina).

Nel 2014 fonda la società di produzione e distribuzione “Paradise Pictures” e nello stesso anno è sua l’idea di istituire a Vico Equense un Museo del cinema del territorio e della Penisola Sorrentina all’interno del quale ha donato centinaia tra manifesti, fotobuste, locandine, proiettori ed altri cimeli dall’800 ai giorni nostri.

A dicembre 2015, in occasione dei 120 anni dalla prima proiezione cinematografica a Parigi dei fratelli Lumière, pubblica il suo primo libro “Cinema è sogno – Antologia delle citazioni cinematografiche: le frasi dei più celebri film italiani dal 1930 ad oggi” con le conclusioni dell’attore e docente universitario Enzo Decaro e l’autorevole prefazione del Presidente dei David di Donatello Gian Luigi Rondi nella quale definisce l’opera “monumentale”.

A febbraio 2016 produce e dirige il suo primo lungometraggio, “Le verità”, primo thriller psicologico italiano che vede nel cast tra i tanti Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Anna Safroncik, Maria Grazia Cucinotta, Fabrizio Nevola, Luigi Diberti, Sergio Solli, Renato Scarpa. Il film è stato presentato in conferenza alla Mostra del Cinema di Venezia, in anteprima alle Giornate Professionale di Cinema di Sorrento, al festival Capri-Hollywood, alla Mostra del Cinema Italiano di Campinas, San Paolo (Brasile) e presente al Marchè du Film del Festival de Cannes.

A gennaio 2017 produce il film “Insane Love” scritto e diretto da Eitan Pitigliani con un cast internazionale tra cui Clara Alonso, Diego Dominguez Llort, Miriam Dalmazio, Filippo Gattuso e la direzione della fotografia del David di Donatello Vladan Radovic.

Studia produzione ed organizzazione cinematografica al Lab della Scuola Nazionale di Cinema – Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e Regia e scrittura creativa


LE VERITÀ

presso l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Laureato con massimi voti in Odontoiatria, è stato Consigliere della Facoltà di Medicina presso il Secondo Ateneo di Napoli.

Cinema

Insane Love, regia di Eitan Pitigliani – lungometraggio opera prima (2017)
Le verità, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – lungometraggio opera prima (2016) Lettere a mia figlia di Giuseppe Alessio Nuzzo – cortometraggio (2016)
E tu chi sei?, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – documentario tv (2015) Primitivamente, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – documentario breve (2015) Cinema in Costiera, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – documentario breve (2014) Normale, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – serie di documentari breve (2014) Right to life, regia di Giuseppe Alessio Nuzzo – cortometraggio (2013)

Televisione

Corri, regia Giuseppe Alessio Nuzzo – spot tv (2014)

Videoclip

Le verità (C’è chi vive ballando) di Marco Ligabue, regia Giuseppe Alessio Nuzzo (2017)

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.