Rassegna stampa dal mondo del 24 maggio

In primo piano Trump a Roma e ancora la strage di Manchester.

rassegna stampa

Donald Trump e Papa Francesco

La rassegna stampa delle principali notizie di oggi da tutto il mondo.

Roma. Il presidente americano, Donald Trump, è stato accolto dal Papa in Vaticano. Giunto nella Sala del Tronetto dell’appartamento papale, Trump ha incontrato Francesco e i due si sono scambiati una cordiale stretta di mano e alcune parole di saluto. Ad accompagnare il presidente Usa anche la First Lady, Melania, vestita di nero e con un velo di pizzo a coprirle il capo, come richiede il protocollo. L’incontro si è svolto nella Sala Biblioteca.

Roma. La polizia ha identificato 8 attivisti di Greenpeace che martedì sera a Roma hanno proiettato sulla cupola di San Pietro il messaggio “Planet Earth First”. Gli attivisti hanno compiuto il blitz da via della Conciliazione. In una nota l’associazione ambientalista ha spiegato che il messaggio, in risposta al motto di Trump “America First!”, era diretto al presidente Usa che “ha recentemente abolito numerose misure per la protezione del clima”.

Manchester. Salman Abedi, l’attentatore che si è fatto esplodere a Manchester, secondo fonti del Times era tornato da poco da un viaggio in Libia: un amico ha raccontato al quotidiano che il giovane era partito tre settimane fa ed era tornato da pochi giorni. Il 22enne, figlio di un rifugiato libico, potrebbe aver viaggiato anche in Siria e preparato l’attacco di lunedì sotto la guida degli jihadisti dell’Isis.

Manchester. Il Parlamento inglese, le ambasciate e Downing Street sono vigilate dall’esercito dopo l’attacco a Manchester, essendo scattato il massimo livello per le misure di sicurezza previsto per la massima entità di minaccia terroristica. Intanto il ministro degli Interni britannico, Amber Rudd, ha criticato gli Stati Uniti per i “dettagli confidenziali” sull’attacco di Manchester fatti trapelare sui media Usa.

Filippine. Il gruppo terroristico filippino Maute, considerato vicino all’Isis, ha preso in ostaggio un prete, il personale di una chiesa e alcuni fedeli a Marawi City dopo aver dato fuoco alla cattedrale della città nel sud del Paese. Lo ha detto il vescovo Edwin dela Pena, secondo quanto riporta il giornale online Philstar Global.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *