Rassegna stampa dal mondo del 29 maggio

In primo piano ancora la Corea del Nord, problema migranti.

Rassegna stampa

Francesco Totti

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo: dalla Corea del Nord al problema migranti, il commovente addio di Totti al calcio.

Corea. La Corea del Nord ha lanciato un missile di tipo Scud dalle vicinanze di Wonsan, città della provincia nordorientale di Gangwon: è l’ipotesi più accreditata dai militari di Seul, secondo cui il vettore ha coperto la distanza di circa 450 km prima di finire nelle acque del mar del Giappone. Se fosse confermato, si tratterebbe del terzo modello di missile diverso lanciato in poche settimane. La Casa Bianca ha detto che “Trump è stato informato”.

Strasburgo. I paesi europei hanno accolto finora “soltanto un minore non accompagnato”. E’ l’accusa del Parlamento di Strasburgo, a sottolineare come l’intero piano di ricollocazione profughi stia fallendo. Al 27 aprile erano stati ricollocati 17.903 richiedenti asilo: 12.490 dalla Grecia e 5.920 dall’Italia. “Un dato – scrivono i promotori della risoluzione ad hoc – che equivale ad appena l’11 per cento degli obblighi assunti”.

Roma. Francesco Totti si è riservato un addio da star. Meglio, la Roma gli ha giustamente lasciato lo spazio che merita e il suo pubblico lo ha salutato come meglio non sarebbe stato possibile. Cartoncini con il 10 sugli spalti, una enorme maglia numero 10 in mezzo al campo, moltissimi striscioni di saluto e ringraziamento, moltissime lacrime. Perché con Totti non se ne va solo un pezzo, enorme, di calcio. Se ne va il figlio migliore di una città che per lui ha respirato e gioito e sofferto.

Stati Uniti. Il presidente americano Donald Trump avrebbe rivelato ad alcuni suoi confidenti la sua intenzione di sfilare gli Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi. Lo dice l’agenzia Axios citando alcune fonti. Da Taormina il tycoon ha fatto sapere con un tweet che deciderà la prossima settimana se restare o meno nell’accordo. La Casa Bianca sul tema è spaccata: lo stratega del presidente Steve Bannon preme per un’uscita, la figlia Ivanka vuole restare.

Spagna. Paura domenica sera a Marbella, in Spagna. Un’auto si è lanciata contro la folla in una zona pedonale, falciando tre persone e facendo subito pensare ad un attentato terroristico. Ma solo dopo i primi attimi di terrore si è scoperto che la macchina impazzita in realtà non era lanciata a caso sulla folla, ma puntava su tre persone ben precise. Per vendetta, dopo una rissa. Arrestato l’autista ed il passeggero, entrambi ubriachi.

Manchester. Hasham Abedi, il fratello minore dell’attentatore di Manchester Salman, faceva parte di una cellula terroristica che progettava di uccidere l’inviato dell’Onu in Libia, il tedesco Martin Kobler. E’ quanto rivela il Sunday Telegraph, secondo cui il 20enne arrestato a Tripoli dopo la strage era una “figura significativa” nel gruppo jihadista. I terroristi stavano ultimando un ordigno esplosivo per colpire il convoglio di Kobler a Tripoli.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *