Rassegna stampa dal mondo del 3 giugno

In primo piano il mondo contro Trump sul clima.

Rassegna stampa

La rassegna stampa delle notizie di oggi di tutto il mondo.

Stati Uniti. L’ex governatore della California, Arnold Schwarzenegger, ha inviato un video messaggio al presidente degli Stati Uniti Donald Trump contro la decisione della Casa Bianca di non prendere parte all’accordo di Parigi sul clima. “Un solo uomo non può distruggere il nostro futuro”, afferma Schwarzenegger che in un passaggio ricorda anche Kennedy e la missione sulla Luna: “I grandi leader sono ricordati dalla gente perché guardano al futuro”, sottolinea.

Siria. Sono almeno 332 i civili uccisi per errore tra marzo e aprile nei raid aerei della coalizione anti-Isis guidata dagli Stati Uniti in Siria e Iraq. E’ la cifra indicata nell’ultimo rapporto pubblicato dai militari americani. Dall’inizio dell’operazione Inherent Resolve contro lo Stato Islamico, nell’estate del 2014, le vittime sono almeno 484. Negli ultimi due mesi, dall’l’insediamento di Donald Trump, c’è stato un forte aumento dei morti.

Germania. Allarme terrorismo al festival musicale “Rock am Ring” di Nurburg. La manifestazione, che si tiene dal 1985, è la più popolare rassegna rock che si svolge in Germania, ed è stata interrotta a causa di una non meglio precisata “minaccia”. Lo ha annunciato sui social l’organizzazione. “La polizia ci ha detto di interrompere – si legge su Facebook -. Chiediamo a tutti di allontanarsi e dirigersi verso l’uscita in modo calmo e controllato”.

Spagna. “Tourist go home”, “turista torna a casa”: da Barcellona a Palma di Maiorca si leggono frasi di questo tenore sui muri delle città spagnole che protestano contro l’invasione dei vacanzieri (75 milioni in Spagna nel 2016; se ne prevedono 80 per il 2017), mentre marciano per dare il benvenuto ai rifugiati. In Spagna è turismofobia: pur se gli stranieri rappresentano il 12% del Pil spingendo la crisi verso l’uscita, i residenti temono la “sindrome di Venezia”: centri storici disabitati per far posto a orde di bus, affitti illegali e confusione. E con l’estate il “problema” si acuisce.

Cina. Ue e Cina, durante il summit di Bruxelles che si è chiuso senza la dichiarazione comune sul commercio, hanno raggiunto un’intesa per pubblicare una lista di 200 indicazioni geografiche, 100 europee e 100 cinesi, che saranno considerate da proteggere, attraverso un accordo bilaterale da concludere nel 2017. L’Italia ha il numero maggiore di specialità inserite nella lista, 26, che vanno dall’aceto balsamico di Modena alla mozzarella di bufala.

 

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.