Rassegna stampa dal mondo del 20 giugno

In primo piano l’attentato a Parigi.

rassegna-stampa-prato

Marco Prato morto suicida in carcere

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

USA. E’ morto dopo meno di una settimana dal suo rientro negli Stati Uniti Otto Warmbier, lo studente universitario americano di 22 anni rilasciato in stato di coma dalla Corea del Nord. Lo ha reso noto la famiglia in un comunicato diffuso dall’ospedale di Cincinnati, Ohio dove era ricoverato. “Il terribile trattamento di torture ricevuto da nostro figlio, per mano dei nordcoreani, ha fatto sì che non fosse possibile altro esito di quello avvenuto oggi”.

Francia. Quattro familiari dell’uomo che lunedì si è lanciato con la sua auto contro un furgone della polizia sugli Champs-Elysées sono stati posti in stato di fermo. Sarebbero l’ex moglie, il fratello, la cognata e il padre di Adam Lotfi Djaziri. L’uomo, morto nel tentato attacco, era noto ai servizi e schedato come “radicalizzato”.

USA. Il Grande Fratello: a evocarlo è la diffusione accidentale online dei dati personali e delle opinioni politiche di quasi 200 milioni di cittadini Usa (il 62% dell’intera popolazione americana) da parte di una società di marketing ingaggiata dal comitato nazionale repubblicano, la Deep Root Analytics. Benché sia noto che i partiti raccolgono dati sugli elettori, questa è finora la più grande violazione di dati elettorali in Usa, secondo la Bbc.

Italia. Si è suicidato nella cella del carcere di Velletri (Roma), in cui era detenuto, Marco Prato, il 31enne accusato dell’omicidio di Luca Varani, il ragazzo ucciso nella capitale nel marzo del 2016 durante un festino a base di sesso e droga. Trovato durante il giro di ispezione, Prato si sarebbe ucciso con un sacchetto di plastica in testa, morendo soffocato.

Italia. Ne sono state ordinate 3.620, ma per ora ne sono arrivate 296, l’8%. Sono le casette necessarie nei 51 Comuni colpiti dal sisma in Centro Italia. Funzionanti e abitate? 188 e solo ad Amatrice e Norcia. Ma non è questo l’unico problema del post terremoto. Capitolo macerie: ce ne sono 2,3 mln di tonnellate da rimuovere, per ora ne sono state portate via meno dell’8%. E la ricostruzione? Solo in 32 delle case danneggiate sono iniziati i lavori.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *