Rassegna stampa dal mondo del 27 giugno

In primo piano la Corea contro Trump, il problema migranti e il ragazzo italiano ucciso a Londra.

rassegna stampa

Donald Trump

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Corea. “Donald Trump come Adolf Hitler”: a paragonare il presidente americano al dittatore nazista è l’agenzia nordcoreana Kcna, che sottolinea come la politica dell’inquilino della Casa Bianca sia una forma di “nazismo del XXI secolo”. Pyongyang denuncia lo slogan “America First” utilizzato dal tycoon durante il suo discorso di investitura: “E’ un principio che punta alla dominazione mondiale attraverso mezzi militari, come avvenne per Hitler”.

Lampedusa. La polizia ha arrestato a Lampedusa un cittadino somalo accusato di torture e sevizie perpetrate ai danni di migranti in un campo libico. L’uomo, individuato presso l’hotspot dell’isola siciliana, è sospettato di far parte di un’associazione per delinquere di carattere transnazionale dedita a tratta di persone, violenza sessuale, omicidi aggravati e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Londra. Un 24enne originario di Nuoro, Pietro Sanna, è stato accoltellato a morte a Londra. Lo riferiscono fonti investigative in Gran Bretagna. Il consolato generale italiano è in contatto con la famiglia della vittima e con la polizia inglese, che sta indagando per fare luce sull’episodio. Il giovane sarebbe stato accoltellato da un ladro sorpreso in casa a rubare. Secondo Scotland Yard, le circostanze esatte dell’accaduto sono però ancora da chiarire.

USA. I giudici della Corte Suprema statunitense hanno stabilito che per ora il Muslim travel ban, il bando dell’amministrazione Trump sugli ingressi da alcuni Paesi musulmani, si può applicare solo alle persone che non hanno legami con una persona negli Usa. L’Alta Corte ha quindi deciso che il provvedimento sarà esaminato in ottobre, quando verranno ascoltate le parti. Nel frattempo alcune disposizioni contenute nel provvedimento possono entrare in vigore.

Siria. La Casa Bianca mette in guardia il presidente siriano Bashar Al Assad, affermando che “se ci saranno nuovi attacchi chimici mortali, lui e il suo esercito pagheranno un prezzo pesante”. “Gli Stati Uniti hanno identificato i possibili preparativi per un altro attacco di massa con armi chimiche, simile a quello effettuato ad aprile a Idlib, che probabilmente causerebbe una strage di civili”, si legge in un comunicato di Washington.

USA. Saranno 22 milioni gli americani senza assicurazione sanitaria entro il 2026 con la nuova versione della riforma sanitaria repubblicana presentata al Senato Usa. E’ la stima dell’ufficio budget del Congresso (Cbo). La versione precedente, approvata dalla Camera, lasciava senza copertura un milione di persone in più. Con la riforma Trump, inoltre, il deficit pubblico sarà ridotto di 321 miliardi di dollari entro il 2026.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.