Rassegna stampa dal mondo del 28 giugno

In primo piano il caso Garlasco, omicidio Sanna, sempre emergenza migranti.

rassegna-stampa-notizie

Pietro Sanna ucciso a Londra.

La rassegna stampa con le notizie in breve di oggi da tutto il mondo.

Italia. Niente via libera al processo d’appello ter per Alberto Stasi, l’ex studente della Bocconi in carcere dopo la condanna definitiva a sedici anni di reclusione con l’accusa di aver ucciso la fidanzata Chiara Poggi, a Garlasco il 13 agosto del 2007. Lo ha deciso la Cassazione dichiarando inammissibile il ricorso dei legali di Stasi per riaprire il caso, sospendere la pena e riesaminare in un nuovo processo di appello i testi già sentiti in primo grado.

Londra. Svolta nell’omicidio di Pietro Sanna, il 23enne nuorese ucciso nel suo appartamento a Londra, dove viveva da due anni. La polizia ha comunicato che è stata arrestata una donna, senza però rivelare altri dettagli. “Un attacco brutale e feroce”, lo ha definito Gary Holmes, capo della squadra omicidi di Scotland Yard titolare dell’inchiesta. Tra le ipotesi iniziali si era parlato di una rapina finita in tragedia.

Venezuela. Un elicottero della polizia scientifica venezuelana ha sorvolato il centro di Caracas e dal velivolo sono state lanciate granate sulla sede del Tribunale supremo di giustizia. “Hanno sparato contro il Tribunale supremo: è il tipo di attacco che sto denunciando da tempo”, ha detto il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, che ha assicurato che “cattureremo i colpevoli”.

Russia. Sono stati rilasciati i cinque attivisti italiani fermati per nove ore in Russia. Tra di loro, anche Flavio Romani, presidente nazionale di Arcigay, e altri 4 italiani di Antigone e a Buon Diritto. La notizia era stata diffusa da Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana su Facebook. Erano “in Russia – prosegue Fratoianni – per monitorare le condizioni di detenzione nelle carceri”.

Libia. Altri duemila migranti sono stati salvati nella giornata di martedì al largo della Libia in 15 operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia Costiera. I profughi sono stati recuperati anche da navi di alcune Organizzazioni non governative e di Frontex. Sono oltre 10mila le persone soccorse nel Mediterraneo centrale a partire da sabato.

Meteo. Sono 9 le città italiane in cui mercoledì è prevista un’ondata di calore. Ancona, Cagliari, Campobasso, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti e Roma, secondo il Bollettino del Ministero della Salute, saranno da “bollino rosso”. Si potranno verificare “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e non solo sui sottogruppi a rischio come anziani, bambini molto piccoli e persone affette da malattie croniche”.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.