Rassegna stampa dal mondo del 16 luglio

In primo piano questione migranti, incidente in Senegal, protesta femminile in America.

rassegna-stampa-migranti

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Italia. L’Italia sta pensando di rilasciare 200mila visti temporanei per consentire ai migranti che approdano sulle sue coste di circolare in Europa. Lo rivela il Timesparlando di questo piano come “l’opzione nucleare” di Roma per risolvere la crisi dei rifugiati e di fronte al rifiuto di cooperare degli altri Stati Ue. Il quotidiano cita il vice ministro degli Esteri, Mario Giro, e Luigi Manconi, presidente della Commissione per i diritti umani.

Gerusalemme. La polizia israeliana mantiene un elevato stato di allerta nel giorno della riapertura della Spianata delle Moschee di Gerusalemme, due giorni dopo l’attentato in cui tre arabi israeliani hanno ucciso due agenti di polizia e sono poi stati abbattuti a loro volta. Secondo la radio militare, per rafforzare la sicurezza nell’area adiacente alla Spianata sono stati installati metal detector e telecamere.

Senegal. Nove persone sono morte e almeno 49 sono rimaste ferite nel crollo di un muro allo stadio Dempa Diop di Dakar, in Senegal, al termine della finale di campionato. Lo riferisce la Bbc. Secondo media locali è scoppiata una rissa tra tifosi rivali e la polizia è intervenuta con il lancio di gas lacrimogeni che avrebbero creato il panico tra gli spettatori che si sono dati alla fuga.

Italia. “La più bella notte di sempre”, urla Bono dal palco all’Olimpico all’inizio della prima delle due date romane (domenica il bis) degli U2, le uniche previste in Italia per i festeggiamenti dei 30 anni dall’uscita di “The Joshua Tree”. Una notte bella anche per i 58mila fan. La serata è stata aperta da Noel Gallagher con la sua band, gli High Flying Birds. Su Twitter l’hashtag #u2thejoshuatree2017 è arrivato nelle prime posizioni in Italia.

USA. “Questo è il 2017, non il 1817”. Con questo slogan un gruppo di deputate americane ha manifestato per rivendicare il diritto a entrare al Congresso con le braccia scoperte. Molte, infatti, sono state riprese perché il loro abbigliamento violava vecchie regole, raramente applicate. “Le donne hanno diritto alle braccia nude!”, ha scritto la deputata Roybal-Allard. Altre ancora: “E’ il 2017: è tempo di aggiornare le regole della Camera”.

Londra. La decisione dell’Alta corte di Londra sull’autorizzazione a una terapia sperimentale per Charlie Gard, il neonato gravemente malato sul cui mantenimento in vita sono contrapposti medici e genitori, sarà annunciata il 25 luglio. Lo ha reso noto il giudice investito del caso, che ha scosso e coinvolto l’opinione pubblica di tantissimi Paesi.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.