4 mamme: Su FoxLife domani il gran finale, ora arrivano i papà…

4 Mamme. E per il gran finale, come se la cavano i papà? Domani 19 luglio alle 21:10 in prima visione assoluta su FoxLife

Domani 19 luglio, alle 21.10 su FoxLife (canale 114 di Sky) si chiude la fortunata stagione 4 MAMME, il format originale che ha messo a confronto i metodi educativi delle mamme italiane. A guidare le mamme in questa esperienza a spasso per l’Italia, Georgia Luzi e Flavio Montrucchio e l’insostituibile family coachRoberta Cavallo.

La prossima puntata, in onda mercoledì 19 luglio su FoxLife sarà il finale di stagione e vedrà una novità: protagoniste non saranno più solo le mamme ma anche i papà, anche loro con metodi educativi completamenti diversi e spesso in disaccordo su come gestire pappe, biberon, giochi, nanna o capricci. Chi troppo permissivo, chi più all’antica e chi semplicemente non vorrebbe ripetere gli errori dei propri genitori, sempre che sia possibile per un genitore non farne… Una cosa sola li accomuna: l’amore incondizionato verso i propri bambini.

I 4 PROTAGONISTI DELLA PUNTATA: 2 MAMME E 2 PAPA’

La prima protagonista è Maria Elena, mamma separata di Edoardo e Riccardo (gemelli di 12 anni) e di Caterina (8 anni). Si definisce mamma tecnologica, e lo è anche nell’educazione dei suoi figli, tantoché se i bambini vanno a scuola controlla sulla mappa la loro posizione. Sa essere anche una molto spiritosa: talvolta la passione per la tecnologia le fa dimenticare gli affari domestici (forno bruciato o piante morte) e non se la prende se i bambini poi la prendono in giro.

Non sopporta, le mamme che si definiscono “tutto-fare” ma si fanno aiutare dalla baby-sitter. Ci vuole coerenza. La seconda protagonista è Monica, mamma di Mattia (4 anni), anche lei separata. Nella vita fa l’insegnante e l’animatrice, mestiere che non smette di svolgere neanche nelle attività quotidiane con i suoi bambini: quando vanno al supermercato si portano mappe, binocoli e un cappello da pirata per rendere anche la spesa un momento divertente.

Le stesse regole sono scandite attraverso il gioco: su un tabellone il timing delle attività da fare. Addirittura, la luce dell’acquario che quando si spegne segnala l’ora per Mattia di fare nanna. Terzo protagonista è Pino, con i suoi bimbi Michelangelo (9 anni), Sveva (6 anni) e Manfredi (18 mesi). Pino lavora in una web agency di cui è proprietario e si definisce moderno e anticonvenzionale.

Coinvolge spesso i suoi bambini in attività insolite, come guardare film storici non propriamente adatti ai bambini, assaggiare birra o raccontare storie dei miti greci. Molti dicono sia un po’ presuntuoso, cosa diranno gli altri del suo stile educativo? Quarto e ultimo protagonista è Davide, papà di Riccardo e Emma (rispettivamente 7 anni e 16 mesi).

Davide è molto legato ai suoi bambini e gioca in continuazione con loro, dai versi a tavola fino alla guerra sul materasso e al gioco dei rigori dentro le mura domestiche, il tutto contro il volere della mamma. C’è una cosa che non tollera: i genitori troppo rigidi che impongono regole ferree, i bambini devono vivere la loro età con spensieratezza.

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.