Rassegna stampa dal mondo del 25 agosto

In primo piano il caos di Roma, minacce Isis all’Italia.

rassegna-stampa-mondo-news

Lee Jae-Jong

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo in breve.

Seul. L’erede della famiglia fondatrice del gruppo Samsung, Lee Jae-yong, è stato condannato a 5 anni di reclusione in Corea del Sud per corruzione, appropriazione indebita, falsa testimonianza e altri reati. La Procura di Seul aveva chiesto una condanna a 12 anni. Lee era imputato nell’ambito dello scandalo che ha portato all’impeachment e poi all’arresto dell’ex presidente della Repubblica Park Geun-hye.

Roma. “La gravità di quello che è successo in piazza non può diventare un alibi per coprire altre responsabilità”. A dirlo è il capo della polizia, Franco Gabrielli, che parlando degli scontri durante lo sgombero dei migranti a Roma spiega che quelle responsabilità, “altrettanto gravi”, non sono della polizia ma “di chi ha consentito a un’umanità varia di vivere in condizioni sub-umane nel centro della capitale”.

Siria. Vede il suo aguzzino in tv, intervistato tra i rifugiati fuggiti dall’Isis, e lo denuncia su FacebookIvana Waleed è stata una delle schiave del sesso yazide rapite dagli uomini del califfato e la faccia del suo aguzzino non l’ha dimenticata. “E’ lui – ha scritto postando la foto dell’uomo -, si faceva chiamare Abu Ali ed era il responsabile della compravendita di migliaia di ragazze yazide. Io stessa ero una di loro e sono stata venduta da lui a un suo amico”.

Italia. L’Isis, attraverso un canale Telegram vicino allo Stato islamico, sta incitando i “lupi solitari” della jihad ad attaccare in Italia, usando come arma anche i veicoli. Lo riferisce il Site, il sito Usa di monitoraggio dell’estremismo islamico. “Devi combatterli (O Muwahhid)”, e’ la scritta in italiano in un’immagine nella quale è ritratto un uomo che nasconde un coltello dietro la schiena sullo sfondo di una città.

USA. In posa come la Statua della Libertà, saluto nazista, bandiera a stelle e strisce e titolo che riprende il “Mein Kampf”, il celebre libro scritto da Adolf Hitler nel 1925. Questa la copertina che Stern, rivista tedesca, ha dedicato al presidente Usa Donald Trump. Decisione che, come prevedibile, ha sollevato un polverone social attorno al periodico, anche per via a riferimenti (sempre in prima pagina) a Ku Klux Klan, neonazismo e razzismo.

Gran Bretagna. Trentatremila cittadini dell’Unione europea hanno lasciato la Gran Bretagna dopo il referendum sulla Brexit del giugno 2016. E’ quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall’Ufficio nazionale britannico di statistica. Si tratta del più grande deflusso dal Paese da circa 10 anni a questa parte.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.