Rassegna stampa dall’Italia del 13 settembre

In primo piano il lavoro in Italia, l’omicidio di Noemi, il taglio dei posti di lavoro di Banca Carige.

rassegna-stampa-news

Confindustria

“E’ stato recuperato un milione di posti di lavoro”. Lo afferma Confindustria, sottolineando che dal 2014 al secondo trimestre del 2017 l’incremento cumulato del Pil è stato del 3,0%, quello dell’occupazione del 3,7% e quello delle ore lavorate del 4,3%. Confindustria aggiunge però che la fuga dei giovani all’estero per mancanza di lavoro costa all’Italia un punto di Pil all’anno, 14 miliardi di euro.

“L’ho ammazzata perché premeva per mettere in atto l’uccisione di tutta la mia famiglia”. Questo avrebbe detto agli inquirenti, alla presenza del proprio legale, il 17enne sottoposto  a fermo per l’omicidio volontario di Noemi Durini, la sedicenne di Castrignano del Capo il cui cadavere è stato trovato mercoledì, sepolto dalle pietre, a 11 giorni dalla sua scomparsa. Il ragazzo è stato ascoltato in un lungo interrogatorio terminato nella notte.

Segregata in casa per quattro anni e promessa in sposa a un uomo che non conosceva per la somma di 15 mila euro, è riuscita a salvarsi chiedendo aiuto a un coetaneo attraverso la chat di un gioco per smartphone. E’ la terribile storia di una 17enne, secondo la ricostruzione fatta dalla polizia di Firenze che ha arrestato il padre della giovane. Riduzione in schiavitù il reato contestato.



Un taglio di mille posti di lavoro e la chiusura di 120 filiali: è questo il piano industriale di Banca Carige per il triennio 2017-2020, con il quale la Cassa di risparmio di Genova punta a diminuire del 23% i costi operativi da qui al 2020. Smetterà di funzionare il 20% degli sportelli e del 20% sarà anche la riduzione del personale.

Sui siti delle ambasciate straniere è ormai prassi la presenza di un vademecum per i turisti che intendano fare un viaggio in uno dei Paesi in cui le sedi diplomatiche sono presenti. Quando si parla di Italia, forse alla luce anche dei recenti casi di violenze che hanno visto protagonisti turiste, una particolare attenzione è fatta per i “consigli anti-stupro”.

“Se dopo lo ius soli salta anche la legge elettorale è evidente che si sta lacerando il tessuto di collaborazione con il governo. A questo punto non saranno scontati i nostri voti su Def e legge di Bilancio”. Lo afferma Alfredo D’Attorre (Mdp). “Ormai – aggiunge – la bussola è l’accordo Renzi-Alfano. E noi non siamo disponibili a reggere il moccolo a questo fidanzamento”.

Vivendi controlla di fatto Telecom Italia secondo la Consob, che definisce così la partecipazione dei francesi nella società tlc italiana “ai sensi dell’art. 2359 del codice civile e dell’art. 93 del Testo unico della finanza, oltre che della disciplina in materia di operazioni con parti correlate”. E’ la conclusione dell’autorità di controllo della Borsa dopo l’istruttoria aperta sulla vicenda.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.