Rassegna stampa dall’Italia del 10 ottobre: caso Ilva, legge elettorale

In primo piano il caos Ilva, le polemiche sulla legge elettorale.

rassegna-stampa-news-italia

Eliporto G7

Ecco la rassegna stampa con le principali notizie di oggi dall’Italia.

Per il G7 di Taormina della scorsa estate erano stati costruiti due eliporti: uno su un terreno privato e l’altro sul territorio comunale. Il primo è stato smantellato tre giorni dopo il summit. Il secondo, invece, è al centro di una querelle politica. La soprintendenza ai Beni Culturali di Messina lo ha giudicato abusivo. Il sindaco Eligio Giardina, invece, punta i piedi: “E’ un’opera che serve a tutta la città anche dal punto di vista sanitario”.

Da un lato ci sono gli stress test che promuovono gli istituti di credito di fronte a shock sui tassi. Un segnale che le nostre banche stanno uscendo dal tunnel. Dalla Bce, però, arriva una doccia fredda. Da Francoforte trapela che è in preparazione un giro di vite più ampio di quello che aveva agitato la politica italiana. Ma il governo alza le barricate con il ministro Padoan che ha espresso le proprie perplessità.

La legge elettorale arriva alla Camera. I partiti sono chiamati a esprimersi sul testo del tanto discusso Rosatellum bis ma, nonostante i numeri sulla carta ci siano, il governo teme “imboscate” durante la discussione dei 200 emendamenti, sulla metà dei quali l’Aula potrebbe esprimersi con il voto segreto. Ecco perché, in queste ore, si riaffaccia una doppia ipotesi: o porre la fiducia risolvendo così il problema a monte, o ricorrere al cosiddetto “canguro” per saltare gli emendamenti più a rischio.



Sarebbe stata la spinta a una ragazza, la cugina del 17enne finito in coma, la causa della lite alla discoteca Room 26 di Roma, a due passi dalla Nuvola di Fuksas. La reazione del giovane avrebbe poi scatenato la rissa, il pestaggio, l’inseguimento, con il drammatico finale. Il liceale preso a botte, ritrovato solo la mattina dopo e ancora ricoverato in terapia intensiva al San Camillo di Roma.

I metalmeccanici di Ilva Cornigliano hanno protestato davanti alla Prefettura di Genova, fronteggiando la polizia in tenuta antisommossa. Una delegazione di operai è stata ricevuta dalle autorità. Il corteo, partito dallo stabilimento alle 8:30, ha bloccato parte del centro di Genova. Sparati alcuni fumogeni rossi. Intanto il ministro Calenda ha annullato il tavolo con ArcelorMittal definendo “inaccettabile” non avere garanzie sui lavoratori.

Operazione dei carabinieri nelle province di Milano, Monza Brianza, Bergamo, Chieti e Pavia per sgominare una banda di ladri d’auto. Le 17 persone fermate sono accusate di furti, ricettazione e riciclaggio di autovetture di lusso. Le auto venivano anche portate all’estero per essere rivendute.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.