Gundam 00 -A wakening of the Trailblazer-: il ritorno dei Celestial Being

gss_mobile_suit_gundam_00_-_a_wakening_of_the_trailblazer_1080p_2b252856-mkv_snapshot_00-02-28_2011-01-07_03-56-32

Buon giorno cari lettori di CartoonMag.it e benvenuti al capitolo finale della nostra rubrica dedicata al vastissimo universo di Gundam. Dopo aver descritto, speriamo esaustivamente, il necessario per avviarvi alla visione delle prime due stagioni di Mobile Suit Gundam 00; questa mattina dedicheremo il nostro ultimo episodio al secondo film originale basato sul soggetto del robot bianco, nonchè l’atto conclusivo di 00, parliamo di A wakening of the Trailblazer.

Sviluppato successivamente dopo il termine della seconda stagione di Gundam 00, Seiji Mizushima e Yusuke Kuroda consci di non poter sviluppare una terza serie conclusiva, decidono di stravolgere quelle che sono le tematiche classiche che hanno fatto la fortuna della serie per ben 35 anni. Non più guerre politiche, nessuna battaglia a scopo personale, una misteriosa razza aliena legata al passato degli Innovator è giunta sulla Terra, sarà davvero una minaccia o semplicemente una richiesta d’aiuto ?

Sinossi 

gssmobilesuitgundam00aw

Anno Domini 2314, sono passati 2 anni dall’ultima sanguinosa battaglia che ha visto la sconfitta e la conseguente caduta degli A-LAWS. Mentre l’intero emisfero terrestre si avvia finalmente sulla retta via della pace grazie alla Federazione della Sfera Terrestre, una misteriosa entità aliena chiamata ELS si risveglia nelle profondità dello spazio. Dopo aver rovinosamente scagliato sulla Terra una stazione spaziale di Giove, sul pianeta gli ELS iniziano a prendere possesso dei corpi umani, trasformandoli in esseri metallici e violenti. Consci del pericolo, i Celestial Being saranno costretti ad intervenire e scoprire cosa si cela dietro il mistero di questi alieni. Setsuna ed i propri compagni saranno messi ancora una volta a dura prova, il conto alla rovescia per la fine della razza umana è iniziato…

Sviluppo  e temi di fondo

gundam-00-a-wakening-of-the-trailblazer-1

A wakening of the Trailblazer non è un semplice film d’intrattenimento, esso rappresenta a tutti gli effetti il capitolo conclusivo, l’ultimo tassello di un puzzle narrativo che attraverso le due serie principali e i vari manga spin-off  ha entusiasmato una generazione. Per quanto sia stata azzardata la scelta di voler creare una conclusione epica dai toni estremamente fantascientifici, il risultato finale ha dato vita ad un nuovo cult animato ben più emotivo da quello che ci si potrebbe aspettare.

Come reagirebbe la razza umana se sapesse di non essere sola ? Questo ovviamente è il tema principale, già trito e ritrito in altre produzioni, sopratutto cinematografiche. Fatto sta che le circostanze e i vari sviluppi inediti presenti nelle due stagioni, sono stati dei veri e propri segnali ad un possibile avvento di una minaccia esterna e questo, a nostro modesto parere,  Seiji Mizushima e la sua spalla Yusuke Kuroda hanno saputo sfruttarlo nel migliore dei modi, sfornando un drammatico epilogo conclusivo in cui verranno coinvolti tutti i personaggi visti nelle due precedenti serie.

Quelli che un tempo erano affabili nemici, si uniranno sotto una sola bandiera per difendere il futuro dell’umanità in una lunga spettacolare battaglia le cui vittime non si conteranno certamente sulle dita di una mano. Tutti i personaggi che abbiamo conosciuto ed apprezzato nella serie TV, porteranno a compimento il loro processo “evolutivo”, seguendo un destino, certe volte anche molto crudele. Essendo un degno capitolo conclusivo di una serie TV il cui successo la resa famosa in tutto il mondo, non potevano mancare anche una colonna sonora ed un mecha design rinnovati.

Mentre la soundrack offre brani remixati dallo show televisivo, il mecha design si allontana definitivamente dal classico canovaccio realistico, sfociando uno stile da vero e proprio Super Robot, forse il migliore sulla piazza da 10 anni a questa parte.

Commento finale

1

A wakening of the Trailblazer è uno dei migliori lungometraggi animati di questa generazione (  il secondo per Gundam ), pone fine ad una saga eccellente che, si sviluppo su diversi piani narrativi. I registi hanno poi trovato il coraggio di irrompere all’interno del filone classico, inserendo per la prima volta un nemico comune con cui l’umanità dovrà rapportarsi e mettere in chiaro quelli che sono stati i legami ottenuti con tanta fatica nel corso degli eventi antecedenti. Siamo davvero sicuri che gli alieni siano intenzionati ad estinguere una razza sull’orlo dell’evoluzione ? A wakening of the Trailblazer risponderà a molte delle vostre domande.

Con questo, concludiamo in via definitiva il nostro viaggio all’insegna del mondo gundamico, sperando ovviamente di poterci ritornare in un prossimo futuro con qualche nuova serie TV. Per ora non ci resta che goderci questo interessante spin-off basato sui gunpla, Gundam Build Fighter, di cui troverete un nuovo episodio ogni Lunedì pomeriggio. Al seguente link troverete la prima puntata con i sottotitoli in lingua inglese.

00Quant

3 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.