Rassegna stampa dal mondo del 12 maggio

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Scontri in Brasile

La maggioranza dei senatori brasiliani a favore della messa in stato d’accusa di Dilma Rousseff. Per approvare l’impeachment basta il voto di 41 senatori e negliinterventi che precedono la votazione, tuttora in corso, la maggioranza si è già espressa a favore del provvedimento contro Rousseff, accusata di aver manipolato i conti dello stato. Se il voto non riserverà sorprese, la presidente sarà sospesa dall’incarico per 180 giorni, durante i quali il vicepresidente Michel Temer prenderà il suo posto. Fuori dagli uffici governativi ci sono stati scontri tra i sostenitori della presidente e la polizia, che ha usato i lacrimogeni.

Approvata la legge sulle unioni civili. La camera italiana ha approvato in via definitiva il testo con 372 voti a favore e 51 contrari. I deputati che si sono astenuti sono stati 99. La legge riconosce per la prima volta i diritti e i doveri delle coppie omosessuali che vogliono unirsi civilmente e delle coppie eterosessuali e omosessuali che non vogliono sposarsi, ma solo registrare la loro convivenza. Dalla proposta iniziale sono state eliminate la stepchild adoption e l’obbligo di fedeltà dei coniugi.

Sale a 94 il numero dei morti in tre attentati a Baghdad. Gli attacchi, che hanno causato anche centinaia di feriti, sono stati rivendicati dal gruppo Stato islamico. Tre autobombe sono state fatte esplodere da attentatori suicidi nella capitale irachena, una delle quali ha colpito un mercato affollato nel quartiere sciita di Sadr city.

Il Kenya vuole chiudere il campo profughi più grande del mondo. Il governoha stanziato dieci milioni di dollari per la chiusura del campo profughi di Dadaab dove vivono 344mila persone, tra cui 328mila somali. Per le autorità, il campo è usato come base dai terroristi di Al Shabaab.

Aperto per due giorni il valico di Rafah tra Egitto e Striscia di Gaza. Per la prima volta in tre mesi le autorità egiziane hanno aperto la frontiera con l’enclave palestinese e trentamila persone hanno chiesto di attraversare il valico che rimarrà aperto per due giorni. L’Egitto ha chiuso la frontiera con Gaza da quando è stato destituito il presidente Mohamed Morsi nel 2013. Morsi, infatti, era un esponente dei Fratelli musulmani, legato ad Hamas, il partito che governa la Striscia di Gaza. Il governo egiziano accusa Hamas di sostenere i jihadisti nel paese.

La Germania indennizzerà 50mila persone condannate per omosessualità sulla base di una legge dei nazisti. Lo ha annunciato il ministro della giustiziatedesco, Heiko Maas. Sarà abolito l’articolo 175 del codice penale, adottato nel 1871 e rimasto in vigore anche dopo la fine della guerra. L’articolo condannava “gli atti sessuali contro natura, sia tra persone di sesso maschile sia tra uomini e animali”. La legge era stata rafforzata da una norma nazista del 1935 che prevedeva fino a dieci anni di lavori forzati per i gay. A causa di questa norma circa 50mila uomini sono stati condannati tra il 1946 e il 1969.

In Egitto detenuti quattro ragazzi per un video satirico contro il governo. Due altri componenti del gruppo Atfal al Shawarea (Ragazzi di strada) sono stati fermati e rilasciati. Il collettivo, che è attivo su Facebook dal gennaio del 2016, posta brevi video umoristici e ha 300mila follower. I quattro ragazzi rimarranno in prigione per almeno 15 giorni.

Woody Allen ha aperto il 69° festival di Cannes. Café society, film fuori concorso diretto dal regista statunitense, è stato il primo lungometraggio proiettato al festival francese. Nel cast del film ci sono Jesse Eisenberg, Blake Lively, Kristen Stewart e altri. Tra i registi in concorso a Cannes ci sono Xavier Dolan, i fratelli Dardenne, Ken Loach, Jim Jarmush e Park Chan-Wook. La manifestazione si concluderà il 22 maggio.

Oggi comincia il salone del libro di Torino. A differenza degli altri anni non è stato scelto un paese ospite, ma un tema trasversale: il mondo arabo. Tra gli ospiti Moncef Ben Moussa, direttore del museo del Bardo di Tunisi, lo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun e il poeta Adonis. La scrittrice statunitense Marilynne Robinson riceverà il Premio letterario internazionale Mondello.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.