Giorgio Albertazzi, è morto un monolite del teatro italiano e non solo: aveva 92 anni


Si dice il teatro è in lutto per la morte del grande, enorme, immenso Giorgio Albertazzi all’età di 92 anni ma è ancora una volta tutto il mondo dello spettacolo che è in lutto anche se Albertazzi ha fatto tantissimo teatro ha fatto anche molto cinema lavorando con i più grandi che hanno contribuito a rendere grande anche lui e perfino la televisione italiana è in lutto. EraNato a Fiesole (in provincia di Firenze) nel 1923, si trovava in Toscana nella casa di Pia De’ Tolomei, la moglie di 40 anni più giovane. La sua ultima apparizione in teatro era stata ne Il mercante di Venezia. Il debutto nel cinema con il film Articolo 519 Codice Penale di Leonardo Cortese. L’anno dopo recitò sia nel Don Camillo di Julien Duvivier che ne Il Mercante di Venezia di Pierre Billon e Giorgio Capitani. Furono però la radio e la televisione a regalargli grande notorietà. Nel 1954 fu protagonista dello sceneggiato Rai Delitto e castigo” e in cui recitò al fianco di Diana Torrieri e Bianca Toccafondi, con la regia di Franco Enriquez.

Nel 1956  l’attore toscano fu protagonista in altre prose tv, come Gli spettri di Henrik Ibsen, per la regia di Marco Ferrero, e nel Lorenzaccio di Alfred De Musset. Fino al 1961, anno in cui figura nel cast del film “Morte di un bandito”, Albertazzi fu presente nel cast  di  tutti gli sceneggiati di successo prodotti dalla televisione pubblica, come il Re Lear, L’idiotaLo zio Vania e molti altri. Tra il 1969 e il 1970, Albertazzi passò alla regia in tv e al cinema. Per la Rai diresse e interpretò Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde, ottenendo un enorme successo. L’anno dopo invece diresse il film Gradiva, dove recitò al fianco di una giovane Laura Antonelli.

Giorgio Albertazzi

Giorgio Albertazzi

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.