Frutta sciroppata: le ricette di Tivoo

Frutta sciroppata: facciamola in casa per staccare dalla routine

frutta

La frutta fa bene, la frutta è buona, la frutta è colorata e bella a vedersi: gli ingredienti per non rinunciare mai a questo alimento sembra che ci siano tutti, anche se la natura non ci dà la possibilità di gustarci qualsiasi tipo di frutto durante tutto l’anno. Essendo stagionale, infatti, la frutta cresce solo in determinati periodi ed è facilmente deperibile. Poco male perché un paio di secoli fa, quando ancora le persone non potevano contare sugli utilissimi frigoriferi, qualcuno ha avuto la geniale idea di creare un composto a base di acqua, acido citrico e zucchero, e di immergerci la frutta appena colta dagli alberi. Risultato? La frutta sciroppata, buonissima da gustare e, soprattutto, in grado di mantenersi tutto l’anno. Certo, non tutti potrebbero avere la voglia e la pazienza di prepararla a casa: per questo motivo, una delle soluzioni più immediate per avere della buonissima frutta sciroppata, come ad esempio le pesche o i lamponi sciroppati magari anche biologici, è acquistarla online presso negozi specializzati nella vendita di frutta e alimenti. Se invece avete voglia di farvela a casa, nessun problema: ecco una guida per preparare dell’ottima frutta sciroppata.

La prima cosa da fare sarà pulire i frutti: un’operazione che può rivelarsi molto noiosa, che include anche la snocciolatura e che, dunque, impone pazienza e metodo. Una volta pulita, dovrete separarla in quattro pezzi nel caso il frutto sia grosso (ad esempio l’ananas o l’arancia), oppure lasciarla integra, come nel caso dei lamponi o delle fragole. Se volete osare, potreste anche decidere di aromatizzare il frutto con la cannella, il cacao o il maraschino. Immergete la frutta in acqua, aggiungete succo di limone, scolatela e mettetela sul fuoco insieme ad un litro di acqua e allo zucchero: dopo 5 minuti, dunque portando l’acqua a ebollizione, scolate il frutto e mettetelo all’interno di un barattolo di vetro, le cui dimensioni dipenderanno ovviamente da quelle del frutto. Una volta fatto questo, cospargetelo di zucchero e ricominciate da capo, fino a quando non avrete riempito l’intero barattolo. Come tocco finale, prima di chiuderlo e conservarlo, potete preparare dell’altro sciroppo, bollendo altra acqua e zucchero, e versarglielo sopra quando la mistura si fredda. Nel caso il frutto sia intero, basterà ripetere solo una volta l’operazione dello sciroppo.

Il nostro consiglio è di provare a tutti i costi la frutta sciroppata che, oltre ad essere buonissima da mangiare in qualsiasi periodo dell’anno, permette di mantenere intatte anche tutte le sostanze benefiche della frutta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.