Rassegna stampa dal mondo del 2 giugno

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Egyptair

Individuate le scatole nere dell’aereo EgyptAir. Una nave francese ha registratodei segnali sottomarini che sono stati emessi dalle scatole nere dell’aereo EgyptAir, precipitato nel Mediterraneo il 19 maggio, mentre era in viaggio da Parigi al Cairo. Nell’incidente sono morti i 66 passeggeri e membri dell’equipaggio dell’aereo.

In Italia è la festa della repubblica. A Roma è in corso la tradizionale parata militare ai Fori Imperiali, a cui assistono le alte cariche dello stato e per la prima volta diversi sindaci, oltre ai rappresentati di  53 scuole secondarie. Il referendum istituzionale del 2 giugno 1946 era stato indetto per determinare la forma di stato da dare all’Italia dopo la seconda guerra mondiale: 12.717.923 di votanti (il 54,3 per cento) scelsero la repubblica, mentre i voti favorevoli alla monarchia furono 10.719.284 (45,7 per cento). Per la prima volta in una consultazione politica nazionale votarono anche le donne. Oltre al referendum furono eletti anche i componenti dell’assemblea costituente che doveva scrivere la nuova carta costituzionale.

Arrivato un convoglio umanitario nella città sotto assedio di Daraya, in Siria.Si tratta dei primi aiuti umanitari che riescono a entrare nella città dal 2012, quando la popolazione si è ribellata al governo del presidente Bashar al Assad. Nella città, a sud di Damasco, vivono al momento ottomila persone (prima della guerra gli abitanti erano 80mila). Con il convoglio sono arrivati vaccini, medicine, latte in polvere, ma non sono arrivati beni alimentari.

Esplosione a Mogadiscio, in Somalia, dieci morti. Un’autobomba è esplosa all’hotel Ambassador, nel centro della capitale somala, causando almeno dieci morti e 40 feriti. Dopo l’esplosione, un gruppo armato è entrato nell’hotel e ha aperto il fuoco. Il gruppo terroristico Al Shabaab ha rivendicato l’attacco. Tra i morti anche due parlamentari.

L’Unione europea ha ripreso ufficialmente il governo polacco per la riforma della corte costituzionale. Il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans ha inviato una lettera al governo polacco in cui viene aspramente criticata la riforma della corte suprema voluta dall’esecutivo. Secondo l’Unione, la riforma “è un rischio sistematico per lo stato di diritto”. Se il governo polacco non terrà conto dell’avvertimento di Bruxelles, potrebbe incorrere in sanzioni economiche.

Sciopero a oltranza dei ferrovieri in Francia. È cominciato la sera del 31 maggio e s’iscrive nel quadro dell’agitazione sindacale contro la riforma del lavoro. Il segretario generale della Confédération générale du travail Philippe Martinez ha annunciato per la prossima settimana “la più forte mobilitazione degli ultimi tre mesi”. Nei prossimi giorni entreranno in sciopero anche i lavoratori dei trasporti pubblici e degli aeroporti. Mancano nove giorni all’inizio degli Europei di calcio.

Il Brasile in recessione. Nel primo trimestre del 2016 si conferma la recessione della prima economia dell’America latina, in cui il prodotto interno lordo (pil) è sceso dello 0,3 per cento rispetto al trimestre precedente, nel pieno di una crisi politica. È la quinta diminuzione consecutiva del pil brasiliano, secondo i dati diffusi dall’Istituto brasiliano di geografia e statistica.

Proteste in Croazia contro l’influenza della chiesa cattolica nella riforma scolastica. Quarantamila persone sono scese in piazza a Zagabria, in Croazia, per protestare contro i gruppi di pressione sostenuti dalla chiesa cattolica croata, che hanno costretto gli esperti, che si stavano occupando della riforma del sistema scolastico, a dimettersi. Manifestazioni simili si sono svolte in altre 12 città del paese. I manifestanti chiedevano le dimissioni del ministro dell’istruzione.

Gli archeologi hanno scoperto il documento scritto a mano più antico del Regno Unito. Si tratta di una tavoletta di legno con delle iscrizioni che risale al 57 dopo Cristo, che è stata ritrovata insieme ad altre 405 tavolette durante alcuni scavi nella city di Londra. Per il momento solo 87 sono state decifrate.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *