Rassegna stampa dal mondo dell’11 giugno

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo in breve.

Rassegna stampa

Almeno due morti in due attacchi terroristici a Damasco, in Siria. Un attentatore suicida e un’autobomba sono esplose in due separati attentati nel distretto di Sayeda Zeinab, nella periferia meridionale della capitale siriana, dove sorge il santuario sciita più importante del paese. La televisione pubblica, che ha dato la notizia, precisa che ci sono almeno due morti e decine di feriti.

Si moltiplicano gli endorsement per Hillary Clinton. Dopo Barack Obama e il vicepresidente Joe Biden, anche la senatrice democratica Elizabeth Warren ha dato il suo appoggio all’ex segretaria di stato in un’intervista televisiva. Ha inoltre dichiarato che sarebbe disposta a candidarsi come vicepresidente di Clinton. Ex docente di diritto ad Harvard, Warren è popolare tra la sinistra progressista e potrebbe aiutare Clinton a riconquistare i favori dei sostenitori di Bernie Sanders, suo avversario alle primarie democratiche.

L’eritreo estradato in Italia nega di essere un trafficante di esseri umani.Stamattina l’uomo è comparso di fronte ai giudici italiani e ha risposto alle loro domande. Era stato arrestato in Sudan ed estradato su richiesta della procura di Palermo perché si pensava che fosse Mered Yehdego Medhanie, leader di una delle più importanti organizzazioni di trafficanti che operano tra l’Africa centrale e la Libia. È accusato di aver organizzato, tra le altre, la traversata dell’imbarcazione naufragatail 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa con più di cinquecento persone a bordo.

Arrestata in Belgio una persona legata agli attentati di Bruxelles. La polizia belga ha fermato un uomo coinvolto negli attentati all’aeroporto Zaventem e alla metro Maelbeek di Bruxelles del 22 marzo scorso, nei quali sono morte 32 persone. Lo ha annunciato la procura belga. L’uomo, identificato come Ali E.H.A., 31 anni, è stato arrestato nel corso di una perquisizione nel quartiere di Schaerbeek, nella capitale belga. È accusato di omicidio in ambito terroristico.

Obama espande l’azione militare statunitense in Afghanistan. Dopo mesi di dibattito il presidente degli Stati Uniti ha deciso di rafforzare l’impegno delle sue truppe nella lotta contro i taliban e di autorizzare, se necessario, i bombardamenti aerei contro i ribelli afgani. La Casa Bianca prevede quindi un’intensificazione dell’aiuto alle forze armate afgane. I 9.800 soldati statunitensi ancora in Afghanistan non saranno coinvolti in combattimenti diretti.

Israele annuncia la chiusura dei checkpoint. Dopo aver sospeso i permessi d’ingresso rilasciati ai palestinesi per il Ramadan, le autorità israeliane hanno dichiarato che fino a domenica i checkpoint che collegano Israele con la Cisgiordania e la Striscia di Gaza resteranno chiusi. Si faranno eccezioni solo per le emergenze mediche e umanitarie. È una risposta all’attentato del 7 giugno a Tel Aviv in cui sono morte quattro persone.

Keiko Fujimori ha riconosciuto la sconfitta alle elezioni in Perù. L’ex banchiere di Wall Street Pedro Pablo Kuczynski, che ha ottenuto il 50,2 per cento dei voti al secondo turno, sarà il nuovo presidente. La figlia dell’ex dittatore Alberto Fujimori, vincitrice al primo turno, ha perso consensi per gli scandali che hanno coinvolto alcuni suoi collaboratori.

Gawker Media ha presentato un’istanza di fallimento. Il gruppo editoriale statunitense proprietario del sito Gawker ha depositato i documenti a New York. Secondo i legali della società, Gawker Media non ha abbastanza soldi per risarcire i 140 milioni di dollari che deve all’ex wrestler Hulk Hogan per aver pubblicato un video di Hogan che faceva sesso con la moglie di un suo amico.

A Petra gli archeologi scoprono una nuova struttura sepolta sotto la sabbia.Tra le rovine dell’antica città in Giordania è stata identificata grazie alle immagini satellitari una piattaforma lunga 56 metri e larga 49, con un colonnato e una scala. Dallo studio dei reperti di ceramica trovati sul luogo, la struttura potrebbe essere vecchia di 2.150 anni.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *