Rassegna stampa dal mondo del 12 giugno

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Sparatoria a Orlando


In Florida un uomo armato è barricato in un locale notturno. L’uomo ha fatto irruzione al Pulse, un club notturno della città di Orlando frequentato soprattutto da persone gay, e ha cominciato a sparare colpendo circa venti tra dipendenti e clienti. Ora tiene in ostaggio diverse persone.

Duplice attentato in una zona sciita nel sud di Damasco. Secondo l’ong Osservatorio siriano per i diritti umani sono morte venti persone, mentre l’agenzia nazionale parla di 12 vittime. Il gruppo Stato islamico ha rivendicato le esplosioni, causate da un kamikaze e da un’autobomba, e avvenute davanti al santuario sciita più importante del paese, nel distretto di Sayeda Zeinab.

Il governo libico di unità nazionale controlla il porto di Sirte. L’esercito di Tripoli ha riconquistato il porto della città, da un anno roccaforte del gruppo Stato islamico in Libia. Il portavoce delle forze fedeli al governo di Fayez al Sarraj ha annunciato anche che i leader jihadisti sono fuggiti nel deserto, ma molti miliziani ancora resistono nel centro della città.

In Francia i piloti di Air France in sciopero per quattro giorni. I dipendenti della compagnia di bandiera protestano contro la riforma del lavoro proposta dal governo. Air France ha cancellato il 30 per cento dei suoi voli, ma cercherà di garantire i collegamenti con le dieci città che ospitano le partite degli europei di calcio, dove sono attesi sette milioni di tifosi.

In Venezuela richiesta la verifica delle firme raccolte per destituire il presidente. La commissione elettorale di Caracas ha accolto 1,3 milioni di firme a sostegno di un referendum contro Nicolás Maduro. Per evitare brogli, esige però chealmeno 200mila firmatari vadano a un ufficio elettorale a lasciare le impronte digitali. Per l’opposizione è un modo per ritardare il referendum.

I Nobel britannici si schierano contro la Brexit. In una lettera pubblicata sul Telegraph, 13 prestigiosi scienziati hanno avvertito i loro concittadini che l’uscita del paese dall’Unione europea – che il 23 giugno sarà sottoposta a referendum – metterebbe a rischio i fondi per la ricerca. Secondo un ultimo sondaggio, però, il 55 per cento dei britannici voterà per la Brexit.

Lo Stato islamico rivendica l’ultimo omicidio religioso in Bangladesh. Il 10 giugno è stato assassinato un lavoratore di un monastero induista. Nel paese si sono moltiplicate le uccisioni di laici, gay o fedeli di minoranze religiose. La polizia ha reagito fermando tremila sospetti islamisti ed ex detenuti con precedenti, ma secondo l’opposizione l’operazione ha colpito anche semplici dissidenti.

Il Solar Impulse 2 atterra New York. L’aereo a energia solare cha sta facendo il giro del mondo a tappe, è decollato poco prima delle 6 di mattina (ora italiana) dall’aeroporto della Lehigh Valley in Pennsylvania e dopo circa tre ore ha sorvolato la statua della libertà. Pilotato dallo svizzero Andre Borschberg, è poi atterrato all’aeroporto JFK.

Un terzo del pianeta non vede la Via lattea per l’inquinamento luminoso. Lo mostra un atlante compilato sotto la guida dell’istituto italiano di scienza e tecnologia dell’inquinamento luminoso. Pubblicato sulla rivista Science Advances lo studio rileva che più dell’80 per cento del pianeta e il 99 per cento degli Stati Uniti e dell’Europa occidentale dormono sotto cieli inquinati dalle luci artificiali.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.