Caffè e tumori, l’Oms smentisce

Caffè

Caffè

Almeno ci hanno salvato il caffè, una delle bevande in assoluto più amate e consumate dagli italiani e non solo era da anni sotto la lente di ingradimento di studi scientifici per il sospetto che potesse incidere sull’insorgenza di tumori alla vescica ma per fortuna oggi l’Oms ha smentito questa ipotesi in quanto gli studi effettuati in questi anni non hanno riscontrato un rapporto tra le due cose. Nel 1991 il caffè era stato valutato un possibile cancerogeno per il tumore alla vescica e classificato come 2b. Dopo il nuovo esame, si è appreso, entra nella categoria 3 dove non ci sono evidenze di rischio.

L’esame effettuato dallo Iarc ha messo sotto la lente di ingrandimento 500 studi circa che hanno permesso di declassare il rischio per la bevanda fra le più amate nel mondo. Gli studi degli anni Novanta avevano infatti rilevato un rischio maggiore per il tumore alla vescica e il consumo di caffè. Rischio poi non confermato dagli studi degli ultimi 25 anni che anzi ne hanno valutato addirittura, come testimoniato dalle pubblicazioni scientifiche, un effetto protettivo su due tumori: quello dell’utero e quello del fegato.

Quindi lunga vita al caffè fino al prossimo studio che tornerà a mettere in dubbio questa amatissima bevada di cui quasi nessuno può fare a meno.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *