Rassegna stampa dal mondo del 24 giugno 2016: fuori dall’Europa

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Brexit

Il Regno Unito ha votato a favore dell’uscita dall’Unione europea. Il 51,9 per cento dei britannici ha votato leave (lasciare) contro il 48,1 per cento di chi ha votato remain (restare) nel referendum del 23 giugno: i cittadini che vogliono lasciare l’Unione europea sono 17,4 milioni, contro i 16,1 milioni che vogliono rimanere. Londra e la Scozia hanno votato in larga maggioranza per la permanenza nell’Unione europea, mentre nel nord dell’Inghilterra ha stravinto la Brexit. Il leader del partito euroscettico Ukip, Nigel Farage, ha chiesto le dimissioni del premier David Cameron, che per ora esclude di lasciare l’incarico. Il risultato del referendum ha già influenzato negativamente i mercati: a Tokyo l’indice Nikkei ha perso l’8 per cento. Le quotazioni della sterlina rispetto al dollaro sono ai minimi dagli anni ottanta.

Il governo colombiano e le Farc hanno firmato un accordo di pace definitivo. Il governo di Bogotá e la guerriglia delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) si sono accordati su un cessate il fuoco definitivo. La firma dell’intesa è avvenuta all’Avana, dove si sono svolte le trattative negli ultimi tre anni. Finisce così un conflitto lungo più di cinquant’anni, che ha causato 200mila morti.

La corte suprema degli Stati Uniti blocca il piano di Barack Obama sull’immigrazione. Quattro giudici hanno votato a favore e quattro giudici hanno votato contro il ricorso presentato da 26 stati, tra cui il Texas, che contestavano il decreto esecutivo emanato dal presidente nel 2014 per proteggere dall’espulsione circa cinque milioni di persone che vivono negli Stati Uniti, ma non hanno i documenti in regola. Negli Stati Uniti nel caso in cui i giudici della corte suprema emettono una sentenza di pareggio, rimane in vigore il verdetto della corte di grado inferiore.

Ottanta case distrutte e più di mille evacuate per gli incendi nella California centrale. I roghi interessano un’area compresa tra i 1.200 e i duemila ettari. Gli incendi sono alimentati dalle alte temperature e dalla siccità.

Settantacinque miliziani congolesi arrestati per gli stupri in Sud Kivu. Le autorità della Repubblica Democratica del Congo hanno arrestato 75 persone appartenenti a un gruppo accusato di aver compiuto violenze sessuali su una trentina di ragazze. Gli stupri sarebbero avvenuti nei pressi del villaggio di Kavumu e avrebbero avuto una funzione rituale.

Un tornado ha provocato 51 vittime in Cina. Un tornado, accompagnato da piogge torrenziali e grandinate, ha colpito la provincia di Jiangsu, nella Cina orientale. Nella città di Yancheng sono stati distrutti alcuni edifici, gli alberi sono stati sradicati e alcune aree sono state inondate. Gli sfollati sono duecentomila, secondo l’agenzia di stato Xinhua.

Ucciso l’uomo che aveva preso degli ostaggi in un cinema in Germania. Un uomo armato si era barricato all’interno di un multisala poco dopo le 15 a Viernheim, nella Germania occidentale e aveva aperto il fuoco e preso in ostaggio delle persone, prima di essere ucciso dalle forze speciali della polizia. Il ministro dell’interno, Peter Beuth, ha dichiarato che l’uomo non è un terrorista, ma una persona con problemi psichici. Nella sparatoria non ci sono stati feriti.

Assolto uno dei poliziotti accusati dell’omicidio di Freddie Gray a Baltimora. Caesar Goodson era accusato di omicidio di secondo grado per la morte di Freddie Gray, un ragazzo nero di 25 anni, morto il 19 aprile del 2015 a Baltimora per le ferite riportate durante un arresto. La morte di Gray ha causato molte proteste per la violenza verso i neri, diffusa tra le forze dell’ordine a Baltimora. Sei poliziotti sono stati incriminati per la morte del ragazzo. Goodson è il secondo agente assolto per questo caso.

I Led Zeppelin hanno vinto la causa in cui erano accusati di aver plagiato Stairway to heavenIl gruppo britannico era accusato di aver copiato un pezzo degli Spirit, Taurus. Ma il tribunale di Los Angeles ha dato ragione a Robert Plant e a Jimmy Page e ha assolto i musicisti dall’accusa di aver plagiato l’inizio di uno dei pezzi più famosi della storia del rock.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *