Rassegna stampa dal mondo del 25 giugno 2016

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Dopo la Brexit, i paesi fondatori discutono il futuro dell’Unione europea. I ministri degli esteri di Italia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Lussemburgo e Belgio sono riuniti a Berlino per un primo confronto sulle conseguenze del referendum del 23 giugno con cui i britannici hanno votato di uscire dall’Unione. “Sono sicuro che il messaggio di questi stati sarà che non permetteremo a nessuno di prenderci la nostra Europa, questo progetto di pace e di stabilità”, ha detto all’entrata il tedesco Frank-Walter Steinmeier.

Giornata nera per le borse, Milano chiude al -12 per cento. Crollano tutte le altre borse europee: Londra ha chiuso in calo del 3,1 per cento; Parigi dell’8 per cento; Francoforte del 6,8 per cento; Madrid del 12,3 per cento. L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea è costata alle borse più di 637 miliardi di euro in un solo giorno. Male soprattutto i titoli bancari. La sterlina è ai minimi da trent’anni ed è scambiata a 0,80 euro.

Il candidato democratico Bernie Sanders ha detto che voterà per Hillary Clinton alle presidenziali negli Stati Uniti. Lo ha riportato la Msnbc. Clinton ha di fatto ottenuto la nomination democratica, conquistando tutti i delegati necessari alla nomina. Ma il suo avversario Bernie Sanders non si è ritirato dalla campagna elettorale, perché ha promesso ai suoi elettori di arrivare fino alla convention democratica di Filadelfia di luglio, per chiedere la riforma delle regole.

Il papa ha condannato il genocidio degli armeni. Durante la sua visita a Erevan, in Armenia, papa Francesco ha partecipato alla commemorazione di quello che ha definito “il genocidio” di 1,5 milioni di persone di origine armena da parte dell’esercito turco nel 1915. Nel 2015 un riferimento simile da parte del pontefice aveva scatenato uno scandalo diplomatico con Ankara che nega lo sterminio di migliaia di armeni durante la prima guerra mondiale.

Settantacinque miliziani congolesi arrestati per gli stupri in Sud Kivu. Le autorità della Repubblica Democratica del Congo hanno arrestato 75 personeappartenenti a un gruppo accusato di aver compiuto violenze sessuali su una trentina di ragazze. Gli stupri sarebbero avvenuti nei pressi del villaggio di Kavumu e avrebbero avuto una funzione rituale.

Migliaia di eritrei hanno manifestato a Ginevra per chiedere il rispetto dei diritti umani nel loro paese. Gli eritrei, tra cui molti rifugiati, hanno espresso sostegno per il lavoro della Commissione delle Nazioni Unite che accusa il regime di Isaias Afewerki di aver compiuto crimini contro l’umanità dal 1991. Secondo il rapporto dell’Onu pubblicato l’8 giugno, in Eritrea 400mila persone vivono in condizione di schiavitù.

La Volkswagen pronta a pagare risarcimenti per 10 miliardi di dollari agli automobilisti statunitensi. Dopo lo scandalo dei test sulle emissioni truccati, la casa automobilistica tedesca dovrà provvedere alle riparazioni dei modelli interessati e versare una somma compresa tra i 1.000 e i 7.000 dollari ai proprietari di 482mila auto. L’accordo, frutto di mesi di negoziati, deve essere convalidato da un tribunale federale.

Ottanta case distrutte e più di mille evacuate per gli incendi nella California centrale. I roghi interessano un’area compresa tra i 1.200 e i duemila ettari. Gli incendi sono alimentati dalle alte temperature e dalla siccità.

Anche le scimmie tendono a restringere il cerchio dei loro amici con l’avanzare dell’età. Dall’osservazione di un gruppo di bertucce si è scoperto che, come gli esseri umani, più le scimmie invecchiano più passano del tempo con gli amici e gli individui per loro importanti. Dal momento che è difficile stabilire se le scimmie siano consapevoli della finitezza della loro vita, si può ipotizzare che il meccanismo abbia radici biologiche.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.