Rassegna stampa dal mondo del 6 luglio

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Barack Obama e Hilary Clinton

Secondo l’Fbi Hillary Clinton non deve essere indagata per la gestione delle sue email. Il direttore dell’agenzia statunitense, James B. Comey, ha comunque dichiarato che l’attuale candidata democratica alla presidenza, ai tempi in cui era segretaria di stato, è stata “estremamente incauta” nel gestire il suo account di posta elettronica. Il caso era scoppiato nel 2014, quando il dipartimento di stato aveva scoperto che Clinton aveva usato un indirizzo email personale per scambiare informazioni riguardanti la sua carica pubblica. Secondo l’Fbi, più di cento messaggi presenti nell’account di Clinton contenevano informazioni classificate.

Il governo italiano cerca un modo per risollevare la banca Monte dei Paschi di Siena. Il 5 luglio il titolo Mps è calato del 19,4 per cento alla borsa di Milano. Secondo il Sole 24 Ore, il governo sta lavorando a uno “scudo”, “uno schema che consenta di iniettare risorse pubbliche, e dall’altro evitare il muro contro muro con la Commissione europea”. Eventualmente lo scudo potrebbe essere utilizzato per aiutare altre banche in crisi. Le quotazioni di Mps sono in forte calo dal 4 luglio, dopo le rivelazioni su una lettera dalla Banca centrale europea che sollecita l’istituto di credito a ridurre di 9,6 miliardi di euro entro il 2018 i suoi crediti deteriorati.

È salito a 250 il numero dei morti negli attentati a Baghdad del 3 luglio. Il governo iracheno ha aggiornato il bilancio delle vittime dell’attacco, rivendicato dal gruppo Stato islamico, contro un quartiere a maggioranza sciita della capitale. È stato l’attacco più letale dai tempi dell’invasione guidata dagli Stati Uniti nel 2003. Il ministro dell’interno Mohammed al Ghabban ha rassegnato le dimissioni, denunciando la totale inutilità dei checkpoint che costellano il centro della città.

Parigi pronta a far approvare la riforma del lavoro senza il voto dei deputati.Il premier Manuel Valls ha invocato per la seconda volta l’uso dell’articolo 49 comma 3 della costituzione, che permette all’esecutivo di forzare il passaggio di una proposta di legge. Se entro 24 ore non verrà presentata una mozione di sfiducia, la riforma del diritto del lavoro, attualmente all’assemblea nazionale per la seconda lettura, sarà approvata in modo definitivo. La riforma è contestata dall’opposizione e ha scatenato forti proteste nelle piazze francesi. Anche il 5 luglio i sindacati sono scesi in strada per contestare il governo.

Theresa May vince la prima votazione dei conservatori britannici. I 330 deputati tory hanno cominciato a votare per restringere la cerchia dei candidati al posto di primo ministro e segretario generale del partito. May ha raccolto 165 voti, la ministra dell’energia Andrea Leadsom è arrivata seconda con 66 voti. Sono stati eliminati dalla corsa Liam Fox, arrivato ultimo, e Stephen Crabb, che si è ritirato. Alla prossima votazione rimarranno solo due candidati. Il vincitore sarà nominato ufficialmente il 9 settembre.

Sono più di 100 i morti causati dalle alluvioni in Cina. Negli ultimi quattro giorni sono state colpite undici province nel sud del paese, soprattutto quella di Anhui. Il maltempo ha anche danneggiato più di 1,5 milioni di ettari di coltivazioni. Più di un milione di persone sono state costrette a lasciare le loro case. Risultano ancora 19 dispersi. Gli esperti prevedono nuove piogge abbondanti nei prossimi giorni.

È stato completato il più grande radiotelescopio del mondo. Il Fast, costruito nella provincia cinese dello Guizhou, misura 500 metri di diametro, è costato 180 milioni di dollari e servirà a studiare l’origine dell’universo e a cercare tracce di vita extraterrestre. Il telescopio dovrebbe entrare in funzione a settembre.

È morto il poeta Valentino Zeichen. Aveva 78 anni e qualche mese fa era stato colpito da un ictus. Era ricoverato nella clinica Santa Lucia, a Roma. Nato a Fiume nel 1938, aveva esordito con Area di rigore nel 1974. Il suo ultimo libro è il romanzo La sumera.

La scrittrice francese Annie Ernaux vince il premio Strega europeo. L’autrice del romanzo Gli anni (L’Orma editore 2015) è stata premiata nella serata del 5 luglio del Letterature festival internazionale di Roma. Il premio Strega europeo, giunto alla terza edizione, è riservato agli scrittori stranieri recentemente tradotti e pubblicati in Italia.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.