Rassegna stampa dal mondo del 15 luglio: attentato a Nizza

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Foto di BFMTV via AP

Dopo l’attacco a Nizza il presidente Hollande prolunga lo stato d’emergenza.La sera del 14 luglio un camion ha investito la folla radunata per vedere i fuochi artificiali. I morti sono almeno 84 e un centinaio i feriti. Diciotto sono in condizioni gravi. L’autista del camion è stato ucciso dalla polizia. Non c’è stata nessuna rivendicazione, ma il presidente François Hollande ha parlato di un attacco a carattere terroristico. Inoltre ha annunciato un rafforzamento delle operazioni francesi in Iraq e in Siria. Lo stato d’emergenza, che doveva terminare il 26 luglio, è stato prolungato di tre mesi.

Donald Trump ha scelto il suo vicepresidente nella corsa alla Casa Bianca.Mike Pence, 57 anni, governatore repubblicano dell’Indiana, ha accettato l’offerta, ma l’annuncio ufficiale è stato rimandato a causa dell’attacco a Nizza. Trump spera che la scelta di Pence possa aiutarlo a guadagnarsi maggiori simpatie all’interno del Partito repubblicano.

Primi indagati per il disastro ferroviario in Puglia. La procura di Trani ha iscritto i nomi di alcune persone nel registro degli indagati per i reati di disastro ferroviario colposo e omicidio colposo plurimo. Si tratta dei capistazione di Andria e Corato, che hanno già avuto l’avviso di garanzia e sono stati sospesi dalla società Ferrotramviaria. All’origine dell’incidente probabilmente un errore umano, aggravato da un sistema di controllo della circolazione dei treni obsoleto: il convoglio proveniente da Andria non sarebbe dovuto partire. Inoltre nella giornata del 12 luglio si erano accumulati ritardi sulla linea ed era stato aggiunto un treno supplementare. Il bilancio della strage è di 23 morti accertati e 24 feriti, di cui otto in prognosi riservata. I funerali delle vittime sono previsti per sabato mattina.

Nel Regno Unito Theresa May ha completato la lista dei ministri. Theresa May ha completato la lista dei ministri del suo governo. Nell’esecutivo aumentano il numero di politici che si erano dichiarati favorevoli all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e il numero di donne. La nomina di Boris Johnson a ministro degli esteri ha scatenato numerose reazioni negative, in particolare quelle del ministro degli esteri francese Jean-Marc Ayrault e di quello tedesco Frank-Walter Steinmeier.

Le vittime del naufragio dell’aprile 2015 nel canale di Sicilia salgono a 675. Si sono concluse le operazioni di recupero dei corpi che si trovavano all’interno del relitto del peschereccio, affondato al largo delle coste libiche tra il 18 e il 19 aprile del 2015. Le autorità della marina militare e dei vigili del fuoco hanno estratto 458 corpi che, insieme a quelli recuperati in precedenza portano il bilancio delle vittime a 675.

Ucciso il probabile ideatore della strage del 2014 nella scuola di Peshawar.Nel corso di un’attacco aereo sulla provincia di Nangarhar, che si trova in Afghanistan non lontano dal confine con il Pakistan, è stato ucciso Umar Naray, taliban pachistano ritenuto la mente del blitz nella scuola di Peshawar, in Afghanistan, che il 16 dicembre 2014 causò la morte di 141 persone. Secondo il Pentagono, che ha coordinato l’attacco aereo, Naray è la mente di molte altre azioni terroristiche in Pakistan.

Le azioni Nintendo sono cresciute più del 50 per cento dall’uscita di Pokémon Go. Giovedì 14 luglio, alla chiusura della borsa giapponese, l’azienda di videogiochi giapponese ha fatto segnare un rialzo del 16 per cento del suo valore azionario. Complessivamente dal giorno dell’uscita sul mercato di Pokémon Go le azioni Nintendo sono salite del 56 per cento.

Oggi, dalle 14 alle 18, ci sarà uno sciopero nazionale dei treni. La protesta coinvolge tutto il personale delle società di trasporto ferroviario ed  è stata indetta dal sindacato Orsa Ferrovie in seguito all’incidente del 12 luglio in Puglia. Trenitalia e Nuovo trasporto viaggiatori hanno pubblicato la lista dei treni garantiti.

Jean-Paul Belmondo e Jerzy Skolimowski riceveranno il Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia. Il consiglio di amministrazione della Biennale ha deciso che, a partire dalla settantatreesima edizione della Mostra del cinema, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre, ogni anno si assegneranno due Leoni alla carriera: uno verrà dato a un interprete, l’altro a un regista o comunque a qualcuno che contribuisce alla realizzazione dei film. E così i due Leoni di quest’anno sono stati assegnati all’attore francese Jean-Paul Belmondo, 83 anni, e al regista polacco Jerzy Skolimowski che invece ha 78 anni.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *