Rassegna stampa dal mondo del 18 luglio 2016

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo del 18 luglio 2016.

rassegna stampa

Sparatoria in Louisiana

Sparatoria a Baton Rouge, in Louisiana: tre poliziotti morti. Altri tre sono rimasti feriti. Gli agenti avevano ricevuto una segnalazione su un uomo armato di fucile in una stazione di servizio lungo la Airline highway. Quando gli agenti sono arrivati sul luogo, un uomo, identificato in seguito come Gavin Long, 29 anni, nero, ex marine, ha cominciato a sparargli addosso. Tra la comunità nera e forze dell’ordine negli Stati Uniti la tensione è alle stelle dall’omicidio di Alton Sterling, lo scorso 5 luglio a Baton Rouge.

In Turchia arrestate seimila persone dopo il fallimento del colpo di stato. La purga ordinata dal presidente Recep Tayyip Erdoğan si concentra su esercito emagistratura. I giudici sospesi sono 2.745. Nei giorni scorsi decine di migliaia di persone sono scese in piazza per celebrare il fallimento del colpo di stato del 15 luglio, che ha causato 290 morti, tra cui un centinaio di golpisti. Erdoğan ha evocato la reintroduzione della pena di morte, abolita nel 2004 per favorire l’ingresso del paese nell’Unione europea.

Caracas apre per una seconda volta la frontiera con la Colombia. Dopo dieci mesi di chiusura, il 10 luglio 35mila venezuelani avevano approfittato di un’apertura straordinaria per andare a comprare cibo e medicine nel paese vicino. Il 16 luglio la frontiera è stata riaperta e questa volta sono stati 123mila i venezuelani che hanno colto l’occasione di andare a comprare beni di prima necessità in Colombia. La ministra degli esteri colombiana María Ángela Holguín incontrerà il 4 agosto quella venezuelana Delcy Rodríguez per risolvere la crisi innescata dalle accuse di contrabbando lanciate dal presidente venezuelano Nicolás Maduro.

I quartieri ribelli di Aleppo assediati dall’esercito regolare. Le zone orientali della città siriana sono “completamente circondate” dalla forze di Bashar al Assadsecondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, che lancia l’allarme perché l’assedio taglia i rifornimenti alla popolazione civile. Il 16 luglio, almeno 28 persone sono state uccise dai bombardamenti su questi quartieri.

L’assassino di Nizza aveva fatto sopralluoghi sulla promenade des Anglais. I filmati di sorveglianza del 12 e 13 luglio mostrano Mohamed Lahouaiej-Bouhlel a bordo del camion che ha usato la sera dopo per travolgere la folla, uccidendo 84 persone. Lo Stato Islamico ha rivendicato la strage. Il ministro degli interni francese, Bernard Cazeneuve, ha detto che Bouhlel si sarebbe “radicalizzato molto velocemente”. La polizia ha fermato altre due persone a lui vicine. In custodia ci sono ora sei persone.

Urbano Cairo è il nuovo proprietario di Rcs. L’editore ha acquisito il 48,8 per cento delle azioni di Rcs, la società che controlla tra l’altro i quotidiani Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, diventandone il maggior azionista. L’offerta pubblica di scambio di Cairo, già proprietario della rete tv La7, ha battuto la cordata dei soci storici guidata dal finanziere Andrea Bonomi, ferma al 37,7 per cento del capitale.

In Bahrein sciolto il principale gruppo d’opposizione. Un tribunale amministrativo ha confermato l’ordine di dissoluzione del movimento scita Al Wefaq (l’accordo) con l’accusa di promuovere il terrorismo. La sentenza dispone anche la confisca dei beni della formazione, che da anni subisce pressioni per le critiche alla monarchia sunnita e l’appoggio alle proteste della primavera del 2011.

A Pechino l’inquinamento supera del doppio i limiti consigliati. Nei primi sei mesi del 2016 la concentrazione media di polveri sottili nell’aria della capitale cinese è stata di 64 microgrammi per metro cubo, più del doppio della media raccomandatadall’Organizzazione mondiale della sanità. Il ministero dell’ambiente sottolinea chenell’intero paese l’inquinamento è più basso rispetto agli stessi mesi del 2015.

Diciassette opere dell’architetto Le Corbusier diventano patrimonio dell’umanità. L’Unesco ha inserito nella lista dei siti da tutelare le più importanti costruzioni dell’architetto del Movimento moderno, attivo tra le due guerre mondiali. Dieci, tra cui la Cité radieuse di Marsiglia, si trovano in Francia; altre in India, in Belgio, in Giappone e in Germania.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *