Venezia ’73, il Leone d’oro va a “The Woman Who Left”, di Lav Diaz: gli altri premi

Premi anche a Martinez ed Emma Stone per le migliori interpretazioni. Lʼitaliana Federica Di Giacomo premiata per il miglior film della sezione Orizzonti.

venezia 73, lav diaz

Lav Diaz

Si è conclusa ieri nel pomeriggio la 73ma edizione della Mostra del cinema di Venezia che ha consacrato il film The woman who left di Lav Diaz,  Il Gran premio della giuria a Nocturnal Animals di Tom Ford. Premio ex aequo per i registi Amat EscalanteAndrei Konchalovsky. La Coppa Volpi per il miglior attore è andata a Oscar Martinez per El Ciudadano Ilustre, mentre quella per la miglior attrice a Emma Stone per “La la Land”.

Per la consegna dei premi, il primo a salire sul palco è stato Roberto Andò, presidente della giuria Venezia classici, che ha premiato il miglior documentario sul cinema (“Le concours” di Claire Simon) e il miglior restauro (“Break Up – L’uomo dei cinque palloni” di Marco Ferreri). Il premio Opera prima Luigi De Laurentiis è stato consegnato da Marco Giallini. I due assegni di 50mila dollari l’uno sono andati al regista Ala Eddine Slim e al produttore del film The Last Of Us.

I premi per la categoria Orizzonti.

La giuria Orizzonti ha assegnato sette premi, per i film che incarnano nuove tendenze estetiche. Il miglior cortometraggio è stato La Voz Perdida del paraguaiano Marcello Martinessi, miglior sceneggiatura a Ku Qian (Bitter Money) di Wang Bing. Come miglior attore è stato premiato Nuno Lopes per il film Sao Jorge, miglior attrice Ruth Diaz per Tarda Para la Ira. La giuria ha assegnato poi un premio speciale a Koca Dunya di Reha Erdem. Miglior regista Fien Troch per il film Home mentre il miglior film è stato giudicato Liberami, di Federica Di Giacomo.

Gli altri premi principali

E’ toccato poi alla giuria del concorso principale salire sul palco, con i ringraziamenti di rito del presidente Sam Mendes. Il primo premio, dedicato a Marcello Mastroianni, assegnato a un giovane emergente. Lo ha consegnato Chiara Mastroianni che ha premiato Paula Beer per Frantz, di Francois Ozon. A Laurie Anderson è toccato assegnare il premio speciale della giuria a Bad Batch, di Ana Lily Amirpour. Miglior sceneggiatura a Noah Oppenheim per il film Jackie.

E’ toccato quindi agli attori: la Coppa Volpi per la miglior interpretazioner maschile se l’è portata a casa Oscar Martinez per El Ciudadano Ilustre, mentre quella per la miglior interpretazione femminile è finita nelle mani di Emma Stone per La la Land. Premio ex aequo per il Leone d’argento assegnato ai registi Amat Escalante per La region salvaje eAndrei Konchalovsky per Paradise. Nocturnal Animals di Tom Ford ha vinto il Gran premio della giuria. E infine il Leone d’oro per Lav Diaz e il suo The Woman Who Left.

Il film di Lav Diaz, insieme a Questi giorni di Giuseppe Piccioni (come miglior film italiano), ha preso anche il Premio di critica sociale Sorriso diverso Venezia 2016, assegnato ogni anno alle opere presentate al Lido che meglio valorizzano i temi dell’integrazione e dell’inclusione sociale di persone emarginate, poiché riconosciute diverse o provenienti da situazioni socio-economiche svantaggiate.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *