“I migliori album della nostra vita”, in mostra storie e immagini di personaggi dello sport attraverso le figurine

Storie in figurina di miti, campioni e bidoni dello sport.

figurine in mostra

I migliori album della nostra vita locandina

Tutti sanno quanto fosse rara la figurina di Pizzaballa, ad esempio, o quanto capillare sia la diffusione nel mondo di ‘Calciatori’ della Panini. Non tutti sanno invece come le figurine siano state un mezzo di comunicazione efficacissimo anche dal punto politico come avvenne ad esempio durante il Nazismo con l’album di figurine fotografiche ‘Olympia 1936‘; oppure che accanto alle introvabili e alle immagini di fenomeni indiscutibili, le figurine abbiano democraticamente fatto spazio anche a clamorose delusioni del panorama atletico, i cosiddetti ‘bidoni’, in mostra consacrati in un pannello appositamente dedicato.

Accanto alle gesta memorabili nelle sfide olimpiche (la ‘sconfitta vincente’ di Dorando Pietri, la perfezione di Alberto Braglia, la velocità di Nurmi, Zatopek, Mennea e Bolt, la rivoluzione di Fosbury, il 10 di Nadia Comăneci) e del calcio mondiale (da Meazza a Piola, da Yashin a Zoff, da Pelé a Maradona), non mancherà uno sguardo ad aspetti sociali e politici (le vicende di Jesse Owens, Monaco ’72, la protesta di Tommie Smith); ai ‘duelli’ che hanno fatto la storia (Coppi e Bartali, Mazzola e Rivera, Prost e Senna, Agassi e Sampras); alle imprese cinematografiche di Johnny Weissmuller, che deposto il costume da piscina indossa quello di Tarzan o di un giovane Carlo Pedersoli prima di diventare Bud Spencer.

Oltre alle figurine originali e materiali affini – circa un migliaio –, riproduzioni ingrandite a dimensione naturale permetteranno di stare a tu per tu con atleti al culmine del gesto atletico, nella cornice di un allestimento che gioca scenograficamente con gli iconici ometti-giocatori del biliardino. Nello spazio del Mata sarà anche possibile assistere a video d’animazione in cui le figurine prendono vita e a un progetto multimediale e ‘magico’. Si tratta di un allestimento immersivo e interattivo all’interno del ‘cubo’ nel cuore del Mata, in cui lo spettatore potrà vivere un’esperienza emozionante e coinvolgente: all’interno di un ring evocato da corde luminose, indossando speciali guantoni da boxe, sarà possibile trasformare lo sforzo fisico di un gancio o di un montante in una composizione astratta dinamica, coloratissima e personalizzata. Un omaggio poetico all’allenamento che richiede costanza, sacrificio, abnegazione.

Infine, parallelamente all’esposizione, si snoda un percorso didattico-ludico dedicato ai più piccoli, ma che intrigherà anche i grandi: per scoprire qual è lo sport che più lo rappresenta, il visitatore, supportato da un ‘welcome-kit’ creato ad hoc, si sottopone a piccole prove giocose, ispirate dalle figurine esposte, che consentono un approccio piacevole e accattivante alla mostra.
‘I migliori album della nostra vita’ è accompagnata da un ricchissimo catalogo pubblicato da Franco Cosimo Panini, con testi di Leo Turrini, Daniele Francesconi, Paola Basile e Thelma Gramolelli.

Inoltre, sarà possibile visitare il Museo della Figurina dove la sezione dedicata agli anni ’80 e ’90 sarà arricchita da un focus dedicato alle Olimpiadi di quegli anni. Infine, ad omaggio della squadra olimpica italiana, sarà possibile vedere l’ultimo album pubblicato dalla Panini intitolato Italia Team – Rio 2016.

Informazioni

  • Dal 16 settembre 2016 al 26 febbraio 2017.

    Orari:
    da mercoledì a venerdì 10.30 – 13.00 / 15.00-19.00
    sabato e domenica 10.30 -19.00
    25 dicembre e 1 gennaio 15.00 -19.00
    lunedì e martedì chiuso

    aperture straordinarie gratuite con orario festivo
    31 ottobre 2016 e 31 gennaio 2017

    Ingresso 5 € (gratuito al Museo della Figurina)
    gratuito 0-12, persone con disabilità con accompagnatore, gruppi scolastici
    gratuito la prima domenica di ogni mese e durante il festivalfilosofia

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.