Rassegna stampa dal mondo del 15 settembre

In primo piano il discorso di Juncker, la saluta di Hilary Clinton e la Siria.

La rassegna stampa di oggi giovedi 15 settembre 2016 dal mondo.

Rassegna stampa

Hilary Clinton

Jean-Claude Juncker chiede un esercito unico per l’Unione europea. Il presidente della commissione, nel suo discorso annuale a Strasburgo, ha chiesto la costruzione di un quartier generale unico per la difesa, che agisca in collaborazione con la Nato. Juncker ha aggiunto che l’Unione europea è “in crisi esistenziale”, ma la sua sopravvivenza non è per niente a rischio, nonostante il risultato del referendum sulla Brexit.

L’esercito siriano impedisce ai convogli umanitari di raggiungere Aleppo.L’Onu ha accusato il regime di Damasco di aver bloccato una ventina di camion che avrebbero dovuto portare farmaci e generi di prima necessità nella città di Aleppo, com’era previsto dagli accordi sulla tregua cominciata lunedì 12 settembre. Da parte loro le forze armate russe, che dovrebbero garantire la sicurezza dei convogli, hanno denunciato diverse violazioni della tregua da parte dei ribelli.

Hillary Clinton non ha gravi problemi di salute. I medici che l’hanno in curahanno voluto puntualizzare che la candidata democratica alla Casa Bianca si sta riprendendo dalla polmonite e in generale è sana e perfettamente in grado di guidare gli Stati Uniti per i prossimi quattro anni. Lo stato di salute dei due candidati alla presidenza è diventato un argomento dello scontro elettorale dopo che l’ex first lady ha accusato un malore durante le celebrazioni per il quindicesimo anniversario degli attacchi terroristici dell’11 settembre.

Nuovi documenti riservati dell’agenzia mondiale antidoping diffusi in rete.Il gruppo di hacker russi che giorni fa ha pubblicato i test di alcuni atleti statunitensi che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio, ha diffuso nuovi documenti su un’altra serie di atleti. Dieci statutnitensi, cinque britannici (tra cui i ciclisti Bradley Wiggins e Chris Froome), cinque tedeschi, un danese, un russo, un polacco, un ceco e un rumeno. Secondo l’agenzia mondiale antidoping si tratta di un tentativo di minare il sistema globale antidoping.

I procuratori brasiliani accusano di corruzione l’ex presidente Lula. L’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva è al centro dell’inchiesta sulla corruzione nella Petrobras. L’accusa è di aver organizzato un sistema per sottrarre denaro alla compagnia petrolifera pubblica. Se condannato, Lula rischia l’arresto.

La guardia costiera mette in salvo 650 migranti, recuperati cinque corpi. La guardia costiera ha coordinato sei operazioni per soccorrere cinque gommoni e una barca in difficoltà. Sono intervenute una unità della marina militare, una della organizzazione non governativa Moas e una nave della marina irlandese, che ha recuperato anche i cinque cadaveri.

La Bayer acquisirà il controllo della Monsanto. La multinazionale tedesca ha rilanciato per l’acqisizione del controllo dell’azienda statunitense offrendo 130 dollari ad azione, proposta accettata in linea di massima dai vertici della Monsanto che a luglio avevano rifiutato un’offerta di 125 dollari a titolo. Nel complesso si tratta di un’operazione da 66 miliardi di dollari. L’annuncio dovrebbe essere dato nel giro di poche ore, anche se potrebbe slittare per qualche dettaglio tecnico.

Le forze del generale libico Khalifa Haftar occupano un quarto terminal petrolifero. Dall’11 settembre le truppe del governo con sede nell’est della Libia – che si oppone al governo di unità nazionale, appoggiato dalle Nazioni Unite – stanno avanzando verso ovest, occupando tre importanti terminal petroliferi. Il 13 settembrehanno conquistato un quarto porto, quello di Brega. L’offensiva di Haftar è stata criticata dagli Stati Uniti e da vari paesi europei, tra cui l’Italia. Secondo gli accordi che hanno portato alla creazione del governo di unità nazionale, con sede a Tripoli, solo le autorità delle capitale possono vendere legalmente il petrolio libico.

Annunciata la riapertura del Bataclan di Parigi. La sala parigina riaprirà il 16 novembre 2016 con un concerto di Pete Doherty. Il 13 novembre, a un anno esatto dagli attentati che hanno colpito Parigi, il Bataclan ospiterà una cerimonia di commemorazione delle 137 vittime.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *