Bridget Jones’s Baby: una persona importante ha convinto Colin Firth al sequel

Bridget Jones Baby non è stato uno di quei sequel che si sono riusciti subito a realizzare. Infatti,  come la maggior parte dei sequel che vengono fuori più di un decennio dopo la puntata precedente, il progetto ha attraversato molti ostacoli e ripensamenti prima di trovare solide basi per poter essere messo in opera.

image

Colin Firth è stato in attesa per questo film che non si riusciva a fare e non era tanto sicuro nemmeno lui di prendervene parte.  E’ stato il coinvolgimento di una particolare persona che lo ha invogliato ad avere fiducia nella terzo film di Bridget Jones: Emma Thompson.

Colin Firth non aveva mai preso sul serio il suo coinvolgimento nel progetto e infatti l’attore non lo è stato finché Emma Thompson (che ha co-scritto la sceneggiatura ed ha un ruolo di supporto) si è messa al lavoro per la sceneggiatura del film, in cui ha creduto fin dal primo momento.

L’entusiasmo di Firth nel lavorare con la Thompson è dovuto non solo alla loro amicizia, ma anche al fatto di aver lavorato insieme già in passato in Love Actually e Nanny McPhee. Entrambi grandi attori e vincitori dell’Oscar, regaleranno alla pellicola un grande successo.

2 Comments

  1. Mirko

    18 settembre 2016 at 19:06

    Colin Firth ha ragione: Emma Thompson è una garanzia sempre.

    • Paoletta Maizza

      20 settembre 2016 at 14:59

      Sono entrambi grandissimi attori, una garanzia per la riuscita del film secondo me.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.