La teoria Svedese dell’amore: il film documentario questa settimana nelle sale italiane

Erik Gandini dopo aver raccontato la teledipendenza della società e della politica italiana in Videocracy, si prepara a stupirci ancora con un’altra grande pellicola di successo.

La teoria Svedese dell'amore

 

Il documentario, La teoria svedese dell’amore, che sarà al cinema dal 22 settembre, è nato dopo una lunga riflessione sul manifesto “La famiglia del futuro” proposto dal Parlamento svedese nel 1972. Il concetto espresso dal  manifesto era che ogni relazione umana vera si basasse sull’indipendenza. La voglia di raggiungere questo obiettivo ha fatto sì che l’indipendenza venisse sostituita con la solitudine a l’isolamento. Erik Gandini racconta infatti, con una straordinaria facilità, una società svedese e europea nella quale la solitudine e l’isolamento hanno sostituito l’indipendenza, mal interpretata, rendendo l’essere umano un sociopatico senza relazioni.

La pellicola che viene narrata dallo stesso regista,  con interventi di figure autorevoli come  il sociologo polacco Zygmunt Bauman, è un documentario che racconta temi seri e attuali con un tono ironico e mai predicatorio, con la voglia di raccontare e non di indottrinare.
Per questo andare al cinema a vederlo è sicuramente una scelta vincente.

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *