Rassegna stampa dal mondo del 22 settembre

Stato di emergenza a Charlotte negli Stati Uniti dopo i violenti scontri tra manifestanti e polizia.

La rassegna stampa di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Scontri a Charleston

Dichiarato lo stato d’emergenza a Charlotte, negli Stati Uniti. Il governatore del North Carolina ha inviato la guardia nazionale in città dopo la seconda notte di violenze tra manifestanti e polizia. Un contestatore è in condizioni critiche dopo che un altro civile gli ha sparato. Altre sei persone sono rimaste ferite in modo lieve. La tensione è alta a Charlotte dopo che un poliziotto nero ha ucciso Keith Lamont Scott, un afroamericano di 43 anni. Secondo le forze dell’ordine, quando è morto, teneva in mano una pistola mentre secondo la famiglia si trattava solo di un libro.

Lo Stato islamico accusato di usare armi chimiche contro gli Stati Uniti in Iraq. Un razzo lanciato dal gruppo jihadista e atterrato il 20 settembre nei pressi delle base aerea di Qayara, vicino a Mosul, conteneva dell’iprite, noto anche come gas mostarda. L’ha dichiarato l’esercito statunitense. Nessun soldato è rimasto ferito. Se confermato, si tratterebbe del primo attacco con delle armi chimiche contro la coalizione in Iraq.

Sono almeno 42 i migranti morti nel naufragio al largo delle coste egiziane. Il 21 settembre un’imbarcazione che trasportava circa seicento persone si è ribaltata nei pressi di Rosetta, alla foce del Nilo. Circa 150 persone sono state messe in salvo dai soccorritori. Ancora sconosciute le cause del naufragio.

Ritirato l’opuscolo del Fertility day dopo le accuse di razzismo. La ministra della sanità Beatrice Lorenzin ha deciso di ritirare il nuovo opuscolo della campagna Fertility day usato dal ministero per promuovere uno stile di vita sano e di revocare l’incarico al direttore della comunicazione. Nel volantino si vedono due immagini contrapposte: quella delle “buone abitudini”, che raffigura dei ragazzi bianchi sorridenti, e quella dei “cattivi compagni”, dei ragazzi, due bianchi e due neri, che fumano marijuana.

Cinque operatori umanitari uccisi in un bombardamento vicino ad Aleppo.Si tratta di personale paramedico che lavorava per un’ong francese, la Uossm, e operavano nelle zone controllate dai ribelli. Il raid è avvenuto a Khan Touman, nel nord del paese. Nel frattempo gli Stati Uniti hanno accusato la Russia per il bombardamento del 19 settembre, nel quale sono stati colpiti 31 convogli che trasportavano aiuti umanitari. Il raid ha causato la morte di circa venti civili. Moscaha smentito il suo coinvolgimento.

La sindaca di Roma Virginia Raggi conferma il no alla candidatura alle Olimpiadi del 2024. In una conferenza stampa la sindaca di Roma ha confermatoche non il comune non appoggerà la candidatura della città alle Olimpiadi del 2024.

Inondazioni e frane causano 20 morti in Indonesia. Piogge torrenziali hanno colpito l’isola di Giava, uccidendo 20 persone e ferendone più di trenta nel distretto di Garut. Oltre mille persone sono state costrette ad abbandonare la loro casa e si trovano adesso in caserme militari e altri rifugi temporanei. Il maltempo ha causato frane e allagamenti in tutto l’arcipelago indonesiano, dove milioni di persone vivono in zone di montagna o in pianure alluvionali vicino ai fiumi.

Affonda un traghetto in Bangladesh, tredici morti. La polizia locale ha confermato la morte di tredici persone nel naufragio di un traghetto in un fiume nel sud del paese. Una decina i dispersi. Il traghetto trasportava tra le settanta e le ottanta persone.

È morto il regista e sceneggiatore Curtis Hanson. Aveva 71 anni ed è stato trovato nel suo appartamento di Los Angeles. Nel 1998 aveva vinto il premio Oscar per la sceneggiatura di L.A. confidential, noir ispirato all’omonimo romanzo di James Ellroy. Ha diretto, tra gli altri, La mano sulla culla, Wonder boys e 8 mile, ispirato alla vita del rapper Eminem.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.