Rassegna stampa dal mondo del 5 ottobre

La Russia attacca la Siria e il duello tra i due vicepresidenti negli Stati Uniti.

La rassegna stampa di oggi da tutto il mondo di mercoledi 5 ottobre 2016.

Rassegna stampa

Tim Kaine e il repubblicano Mike Pence

Il dibattito tra i due candidati alla vicepresidenza degli Stati Uniti. Il senatore democratico Tim Kaine e il governatore repubblicano Mike Pence si sono affrontati il 4 ottobre nel loro primo dibattito televisivo su temi che andavano dall’aborto alla Russia. Entrambi hanno duramente criticato i candidati alla presidenza dell’altra parte: Donald Trump è stato paragonato a un “pazzo o maniaco”, mentre Hillary Clinton è stata definita “debole e inefficiente”. Tra i due contendenti, sostengono molti mezzi d’informazione statunitensi, il più convincente è stato Mike Pence. Il secondo dibattito fra Trump e Clinton è previsto per il 9 ottobre.

La Russia schiera un sistema missilistico in Siria. Mosca ha confermato di aver schierato un sistema missilistico S-300 nella sua base navale nella città portuale di Tartus, in Siria. La notizia arriva dopo l’annuncio degli Stati Uniti di voler sospendere i colloqui bilaterali con la Russia sulla tregua in Siria. Washington ha dichiarato che interromperà i negoziati sul cessate il fuoco in Siria e ha accusato Mosca di non rispettare gli impegni presi, impedendo l’arrivo degli aiuti umanitari in diverse città sotto assedio.

L’Europa ha firmato un accordo per deportare i richiedenti asilo afgani.Bruxelles ha firmato un accordo con Kabul per deportare un numero illimitato di richiedenti asilo afgani dai paesi membri verso l’Afghanistan. Secondo un documento trapelato dalle trattative, Bruxelles ha minacciato di tagliare gli aiuti alla cooperazione se Kabul non dovesse collaborare.

Una nuova perizia sulla morte di Stefano Cucchi solleva molte polemiche. Quella di Stefano Cucchi potrebbe essere stata una “morte improvvisa e inaspettata per epilessia in un uomo con patologia epilettica di durata pluriennale”, anche se questa ipotesi viene definita “priva di riscontri oggettivi”. È l’ipotesi avanzata dai periti nominati dalla giudice Elvira Tamburelli nell’ambito dell’inchiesta bis avviata per accertare la causa della morte di Stefano Cucchi, il geometra romano morto il 22 ottobre 2009 una settimana dopo il suo arresto. “Il perito Introna tenta di scrivere la sentenza finale del processo per i responsabili del violentissimo pestaggio a mio fratello”, ha commentato su Facebook la sorella di Cucchi, Ilaria.

L’uragano Matthew causa 11 morti ad Haiti e nella Repubblica Dominicana.La potente perturbazione ha causato anche il crollo di un ponte, l’interruzione di molte strade e delle linee telefoniche. La situazione è particolarmente grave per migliaia di haitiani che vivono ancora in tende e baracche dopo il terremoto del 2010. L’uragano si dirige verso Cuba e gli Stati Uniti. In South Carolina sarà emesso un ordine di evacuazione che riguarderà un milione di persone.il posto di Nigel Farage alla testa del partito soli 18 giorni fa. James ha lasciato l’incarico per motivi personali e professionali. Il partito, che ha una linea eurofobica e contro l’immigrazione, aveva fatto campagna a favore della Brexit e il suo ex capofila, Farage, si è dimesso dopo aver raggiunto l’obiettivo.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *