Uno studio europeo rivela: italiani ossessionati dalla bilancia

bilancia-pesapersone-pce-ps200mm-misurazioneEssere in forma è innanzitutto una questione di immagine, oltre che di benessere psicologico. Ma non bisogna trascurare le conseguenze fisiche dell’obesità, soprattutto in età giovanile, che proprio in Italia è in grande aumento negli ultimi anni. Ecco perché è importante il valore della prevenzione, a cominciare da un semplice controllo del peso su una bilancia professionale.

L’ossessione degli italiani? Il peso, o meglio, la bilancia pesapersone. Sembra incredibile ma, come confermato da www.restainformato.com, soprattutto considerando i dati sull’aumento costante dell’obesità nel nostro Paese, ma è quello che emerge da una ricerca realizzata dall’azienda Tom Tom, che ha rivelato che i nostri connazionali salgono mediamente 111 volte l’anno sulla temuta bilancia, superando le ansie degli abitanti di Paesi Bassi, Spagna e Francia, e una persona su cinque si pesa almeno una volta al giorno.

Fattore peso. Questo dato ci fa riflettere sull’importanza che sta assumendo ai nostri giorni la misurazione del peso, un’attività consigliata anche dai medici e nutrizionisti come primo fattore chiave nei processi di dimagrimento o di ricerca della giusta forma fisica. Chi si trova a dieta, in particolare, conosce benissimo l’importanza di avere a disposizione anche a casa una bilancia pesapersone professionale, che sia affidabile e precisa come quella che si trova negli studi medici.

Scegliere la bilancia migliore. Il mercato, ovviamente, sta assecondando queste tendenze, e ormai sono sempre più numerosi i modelli di questi apparecchi a disposizione di tutti gli utenti. Una panoramica esaustiva la offre lo shopping virtuale di Medisanshop, il portale specializzato nei prodotti elettromedicali, che presenta in catalogo diverse soluzioni per ricercare la bilancia medicale più adatta alle proprie esigenze, tutte caratterizzate da estrema precisione e grande versatilità.

Dallo studio medico a casa. Se, infatti, fino a qualche tempo fa era necessario ricorrere sempre (e solo) allo strumento nello studio dello specialista o, in alternativa, fare affidamento a quello presente nelle farmacie in zona, oggi è possibile utilizzare una bilancia pesapersone professionale anche a casa, con la tecnologia che offre un supporto sempre più importante e strategico. Ad esempio, la bilancia Seca 877 pesapersone digitale da terra consente, tra le varie funzioni, anche di pesare un bambino piccolo tenuto in braccio da un adulto, soluzione pensata per le mamme e per le fondamentali operazioni dell’età pediatrica.

Bambini a rischio. Questo accenno al peso dei bambini ci riporta a quanto scritto in apertura, ovvero l’aumento dell’incidenza dell’obesità in Italia non solo in età adulta, ma anche tra i giovani e i bambini. Secondo i dati contenuti nello studio “OKkio alla Salute” redatto del Ministero della Salute ed eseguito dall’Istituto Superiore di Sanità, i bambini di 8 anni già obesi sono circa il 12%, mentre quelli in sovrappeso sono circa il 25%, con un tasso cumulativo intorno al 36%. Non si tratta, com’è evidente, solo di un problema “estetico”, ma di un rischio sociale, perché questo stato produce effetti negativi e pericolosi per la salute dei ragazzi.

Aumentano i pericoli. Ad esempio, è stimato che la prevalenza di steatosi epatica (patologia nota anche come “fegato grasso”) nei ragazzi gravemente obesi è del 40 per cento e quella della sindrome metabolica del 25 per cento, e addirittura si calcola che il 4 per cento dei bambini e ragazzi italiani tra i 4 e i 18 anni di età soffre già di pressione alta, a causa non solo di una dieta scorretta, ma anche di abitudini e stili di vita poco regolari e salutari.

L’ago della bilancia sale troppo. A livello più ampio, invece, sono circa sei milioni gli italiani che fanno i conti con una situazione di obesità grave, ovvero una persona su dieci che vive nel nostro Paese. Una condizione davvero complessa, che diventa ancor più preoccupante quando si considera che l’eccessivo accumulo di adipe può comportare lo sviluppo di malattie correlate come le patologie cardiovascolari o cerebrovascolari, il diabete di tipo 2 e alcuni tipi di tumore.

loading...
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *