Rassegna stampa dal mondo del 15 novembre

Lo staff di Trump, conferenza Onu sui cambiamenti climatici.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Rudolph Giuliani

Il presidente eletto Donald Trump nomina il suo capo dello staff. Sarà il presidente del comitato nazionale repubblicano, Reince Priebus, a guidare lo staff a partire dal 20 gennaio, quando Trump si insedierà alla Casa Bianca. Stephen Bannon, giornalista del sito conservatore Breitbart News, sarà il consigliere personale di Trump. Il presidente eletto ha anche annunciato che saranno espulsi dal paese due o tre milioni di immigrati irregolari con precedenti penali e ha confermato che vuole costruire un muro e alcune recinzioni al confine con il Messico.

Si apre la fase politica della conferenza dell’Onu sui cambiamenti climatici (Cop22) in corso a Marrakesh. Sono una cinquantina i capi di stato attesi in Marocco per intervenire alla Cop22. La giornata si aprirà alle dieci (ora italiana) con una conferenza stampa del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, mentre l’inizio degli interventi è previsto per mezzogiorno. C’è molta attesa per conoscere la posizione degli Stati Uniti la cui delegazione è su posizioni apparentemente diverse da quelle del neoeletto presidente Donald Trump.

Arrestato il ministro dello sviluppo economico russo sospettato di corruzione. Aleksei Uljukajev, ministro dello sviluppo economico russo, è accusatodi aver preso una tangente di due milioni di dollari per aver favorito l’acquisto del 50 per cento della compagnia petrolifera Bashneft da parte della concorrente Rosneft. Se sarà riconosciuto colpevole rischia una condanna dagli otto ai 15 anni di galera.

Un documento interno del gabinetto britannico critica l’azione del governo sulla Brexit. Il memorandum intitolato “Brexit update”, datato 7 novembre e rivolto ai ministri del gabinetto britannico, è stato ottenuto dal quotidiano britannico Times. Secondo il documento il governo di Theresa May non ha una strategia condivisa circa l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea ed esprime seri dubbi che la procedura possa cominciare ad aprile del 2017. Un portavoce del primo ministro britannico ha precisato che non si tratta di un documento ufficiale del governo e che Downing street smentisce il suo contenuto.

Barack Obama arriva in Grecia, prima tappa del suo ultimo viaggio ufficiale.Il presidente uscente degli Stati Uniti visiterà Grecia, Germania e Perù. Il 15 novembre ad Atene, Obama incontrerà il primo ministro Alexis Tsipras e poi il presidente della repubblica Prokopis Pavlopoulos. Tra gli scopi di questo ultimo viaggio ufficiale di Barack Obama quello di rassicurare gli alleati della Nato sulle intenzioni del suo successore Donald Trump.

Frank-Walter Steinmeier è stato scelto come nuovo presidente federale tedesco. Il capo della diplomazia tedesca, 60 anni, esponente del partito socialdemocratico Spd, sarà il candidato del governo di coalizione alla presidenza del paese, secondo fonti politiche citate dall’Afp. Dopo settimane di stallo e trattative, la cancelliera Angela Merkel avrebbe dato il via libera alla sua candidatura.

Il primo ministro bulgaro Bojko Borisov si dimette. L’annuncio è stato dato dopo la vittoria alle elezioni presidenziali del candidato di opposizione, Rumen Radev. L’ex generale dell’aeronautica militare ha ottenuto il 59 per cento dei voti contro il 36 per cento della candidata del partito governativo, Tsetska Tsacheva. Radev è critico verso l’Unione europea e in campagna elettorale ha proposto di rimuovere le sanzioni contro la Russia.

In Birmania l’esercito ha ucciso 25 militanti rohingya. Gli scontri tra l’esercito e i militanti musulmani rohingya sono avvenuti nello stato settentrionale del Rakhine. Sono cominciati il 12 novembre quando circa sessanta uomini armati hanno teso un agguato ai soldati.

Hayao Miyazaki farà un nuovo film d’animazione. In un’intervista alla televisione Nhk, il regista giapponese ha dichiarato che lavorerà a un nuovo lungometraggio, anche se tre anni fa aveva annunciato di voler andare in pensione. Il nuovo progetto dovrebbe essere basato su Kemushi no Boro (Il bruco Kemushi), un cortometraggio che Miyazaki ha realizzato per il museo Ghibli di Tokyo. Il film potrebbe uscire nel 2019, un anno prima delle Olimpiadi nella capitale giappone.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *