Rassegna stampa dal mondo del 16 novembre

In primo piano tensioni sulla Brexit, il terremoto in Nuova Zelanda, lo stato di emergenza in Francia prolungato.

La rassegna stampa con le notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Il presidente siriano Bashar al Assad spera in un’alleanza con Donald Trump. Secondo il leader siriano Bashar al Assad, il presidente eletto degli Stati Uniti Donald Trump diventerebbe “un alleato di fatto” della Siria se manterrà la sua promessa di combattere il terrorismo del gruppo Stato islamico. Il 15 novembre sono ripresi i bombardamenti su Aleppo est da parte dell’esercito siriano e dei suoi alleati come la Russia.

La magnitudo del terremoto in Nuova Zelanda è stata aggiornata da 7,5 a 7,8 gradi. Questa revisione è dovuta al fatto che la scossa principale era in realtà quasi due volte più grande e più forte, in termini di rilascio di energia di quello che era stato calcolato inizialmente e potrebbe causare scosse di assestamento più forti e per una durata più lunga del previsto. Alcune navi da guerra canadesi, australiane e statunitensi sono usate per l’evacuazione delle persone, mentre continuano le scosse di assestamento.

L’Italia blocca la revisione del bilancio dell’Unione europea. Il governo italiano ha deciso di bloccare la revisione di medio termine del bilancio pluriennale dell’Unione europea per il 2014-2020. Il sottosegretario agli affari europeo Sandro Gozi, che ha annunciato la decisione, ha voluto precisare che non si tratta di un veto, ma soltanto di una riserva. L’Italia chiede all’Unione europea più flessibilità sul bilancio, in particolare per i paesi che accolgono i migranti.

Il presidente francese vuole estendere lo stato di emergenza per altri sei mesi. François Hollande ha detto che la misura dovrebbe essere prolungata fino a maggio, anche perché le elezioni presidenziali si terranno in primavera e molte manifestazioni politiche legate alle elezioni potrebbero essere obiettivi di attacchi terroristici. Lo stato di emergenza è stato introdotto in seguito agli attacchi di Parigi del novembre del 2015.

In Indonesia il governatore di Jakarta è accusato di blasfemia. Basuki Tjahaja Purnama detto Ahok è stato indagato per blasfemia con l’accusa di aver insultato il Corano durante la sua campagna elettorale. Basuki Tjahaja Purnama è di religione cristiana e appartiene a una minoranza etnica cinese, ed è il primo non musulmano a guidare la città.

Un documento interno del gabinetto britannico critica l’azione del governo sulla Brexit. Il memorandum intitolato “Brexit update”, datato 7 novembre e rivolto ai ministri del gabinetto britannico, è stato ottenuto dal quotidiano britannico Times. Secondo il documento il governo di Theresa May non ha una strategia condivisa circa l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea ed esprime seri dubbi che la procedura possa cominciare ad aprile del 2017. Un portavoce del primo ministro britannico ha precisato che non si tratta di un documento ufficiale del governo e che Downing street smentisce il suo contenuto.

Un’imbarcazione è naufragata al largo delle coste libiche. Recuperati sei cadaveri, molti dispersi. I soccorsi sono coordinati dalla guardia costiera italiana che ha già soccorso 15 persone. Nelle operazioni di salvataggio è coinvolta anche la nave Aquarius che ha recuperato 114 persone. Secondo quanto si è appreso, una petroliera che si trovava in zona ha avvistato i migranti e ha dato l’allarme.

Il quartiere Camden di Londra minacciato dalla speculazione edilizia.Camden Town è uno dei quartieri più famosi di Londra, conosciuto per i suoi mercati e per l’atmosfera punk. Ma ora un progetto di riqualificazione che prevede la costruzione di un albergo e una galleria commerciale, finanziato da un miliardario israeliano, minaccia la zona che attira quasi 28 milioni di turisti all’anno.

L’università di Oxford ha annunciato il suo primo corso online. Una delle università più prestigiose del mondo terrà un corso online a partire dal febbraio del 2017 chiamato “Dalla povertà alla prosperità: comprendere lo sviluppo economico”. Finora l’università britannica non aveva mai offerto un corso online.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.