Rassegna stampa dal mondo del 21 novembre

In primo piano Sarkozy sconfitto alle primarie in Francia.

La rassegna stampa delle notizie di oggi dal mondo.

Rassegna stampa dal mondo del 21 novembre

Primarie in Francia.

Nicolas Sarkozy sconfitto alle primarie del centrodestra in Francia. Il primo turno delle primarie del partito conservatore les Républicains è stato vinto a sorpresa dall’ex primo ministro François Fillon con il 44,1 per cento dei voti. Al secondo posto un altro ex primo ministro, Alain Juppé, fermo al 28,6 per cento. L’ex presidente Sarkozy, arrivato terzo, invece è fuori dai giochi. Il secondo turno delle primarie si terrà il 27 novembre e a questo punto Fillon è il grande favorito.

Scossa di terremoto tra Toscana, Emilia e Liguria. Una scossa di magnitudo 3,2 è stata registrata alle 4.05. Lo ha confermato l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). L’epicentro del sisma è a sei chilometri da Borgo Val di Taro, in provincia di Parma, nove chilometri da Zeri, in provincia di Massa Carrara, e a 17 da Varese Ligure, in provincia di La Spezia. Non si segnalano per il momento danni a cose o persone.

Sono almeno 142 i morti causati del disastro ferroviario in India. L’hanno confermato i soccorritori. I feriti sono più di 200. L’incidente è avvenuto la mattina del 20 novembre, quando un treno di quattordici vagoni partito dalla città di Patna e diretto Indore è deragliato nei pressi di Pukhrayan, nello stato settentrionale dell’Uttar Pradesh. Ci sono poche speranze di recuperare gli altri sopravvissuti, hanno aggiunto le autorità.

Angela Merkel si candiderà per un quarto mandato alle prossime elezioni in Germania. La cancelliera tedesca, al governo da undici anni, ha dichiarato le sue intenzioni ai leader del suo partito, la Cdu, il 20 novembre e ha poi confermato in conferenza stampa che si candiderà alle elezioni del settembre 2017. Secondo i sondaggi più recenti, il 55 per cento dei tedeschi sono favorevoli ad un quarto mandato della cancelliera, contro il 39 per cento dei contrari.

Il governo siriano ha respinto la proposta Onu per l’autogoverno di Aleppo. La proposta delle Nazioni Unite prevedeva un governo dell’opposizione ad Aleppo in cambio di una ritirata dei ribelli. Il ministro degli esteri siriano Walid al Muallem, che ha incontrato l’inviato Onu per la Siria Staffan De Mistura il 20 novembre a Damasco, ha definito la proposta “una violazione della sovranità nazionale”. Sempre il 20 novembre, una famiglia di sei persone è morta in un bombardamento dell’esercito siriano mentre un attacco dei ribelli ha colpito una scuola nella zona di Furqan, controllata dalle forze governative, uccidendo otto bambini e un’insegnante.

In Mali si tengono le elezioni amministrative locali tra proteste e boicottaggi. Le elezioni del 20 novembre sono state più volte rimandate in seguito agli attacchi jihadisti nel nord del paese. Mentre nella capitale Bamako le elezioni si sono tenute regolarmente, i seggi in alcuni distretti intorno a Timbuktu sono stati chiusi dopo che un uomo ha dato fuoco alle urne elettorali. I partiti di opposizione hanno incitato i cittadini a boicottare i voto, ritenuto illegittimo perché esclude la maggioranza della popolazione attualmente nei campi profughi.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *