“Mamma sei sempre noi miei pensieri. Spostati!”, il nuovo spettacolo di Cinzia Leone al Cinema Teatro De Sica di Peschiera Borromeo

Comunicato stampa.

cinzia leone a teatro

Cinzia Leone

Sabato 26 novembre alle ore 21 presso il Cinema Teatro De Sica di Peschiera Borromeo (via Don Luigi Sturzo, 25) Cinzia Leone (qui la nostra intervista), presenta il suo spettacolo dal titolo “Mamma sei sempre noi miei pensieri. Spostati!”, scritto dalla stessa Cinzia Leone e Fabio Mureddu (che ne è anche il Regista) con la partecipazione di Federica Lugli.

E’ uno spettacolo molto divertente e non un trattato di psicologia” specifica Cinzia.

E’ uno spettacolo sulla “mammità” o “mamma dentro di noi”, sul distacco dal cordone ombelicale, su come la mamma condiziona i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri, e tutto il nostro essere. Viene “analizzata” comicamente l’impronta che ogni madre lascia sulla propria figlia, e che la figlia lascerà a sua volta sui propri figli.

Ho avuto una madre che mi ha tormentato tutta la vita con le gocce per terra; lei teorizzava il lavandino asciutto…che è un controsenso assoluto”; prosegue: “Per bere un bicchiere d’acqua dal lavandino dovevamo fare una serie di rituali per evitare che qualche goccia schizzasse fuori”.

La voce dell’amore diceva “non mi gocciolate per terra, che è una cosa che non sopporto!” o “non dovete bagnare il lavandino quando bevete!” Erano pretese folli che andavano letteralmente contro la fisica!

Quando Cinzia è andata finalmente a vivere da sola ha deciso di buttare delle secchiate per terra per sentirsi libera da quelle che sono state le imposizioni di mamma; avrebbe voluto liberarsi dal condizionamento materno e dalla voce dell’amore della mamma dentro di se, ma…

C’è sempre un “ma”. Cinzia spiega: “Una sera, finita una cena a casa mia, un amico si è proposto di lavarmi i piatti. Come una posseduta gli ho urlato dietro – no, che mi fai le gocce per terra! A quel punto il mio amico si avvicina a me e fissandomi negli occhi ha detto – Mamma di Cinzia, esci da questo corpo e liberala!

Da quell’episodio ha deciso di scrivere lo spettacolo “Mamma sei sempre nei miei pensieri …spostati! E’ la voce dell’amore di mamma che risuona dentro di noi, come un’eco, da sempre e per sempre.

Durante lo spettacolo Cinzia viene continuamente interrotta da telefonate della madre che le sottopone problemi gastrici, intestinali …e Cinzia, condizionata dalle telefonate, viene portata a  ripercorrere le origini della vita – e l’evoluzione della mamma – dal protozoico, l’era primordiale, al cenozoico, fino all’era attuale.

Conclude Cinzia, invitando il suo pubblico: “Venite con mamma! Fate un corpo unico, come già siete e venite, attaccati dal cordone ombelicale che non avrete mai staccato (sicuramente!): ve lo tagliamo noi! Ma chi è il chirurgo? Cinzia Leone. Un chirurgo di grido….perché griderete quando ve lo taglieranno! (Da grandi fa sempre più male!)”.

cinzia leone

Locandina dello spettacolo

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.