Rassegna stampa dal mondo del 15 dicembre

In primo piano le accuse a Putin sul voto USA e il parere di Forbes su di lui.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Vlaimir Putin

Si aprono nuovi spiragli per l’evacuazione di Aleppo. Secondo fonti dei ribelli, una nuova tregua è entrata in vigore dalle 3 della scorsa notte e nelle prossime ore gli autobus dovrebbero cominciare a portare fuori dalla città civili e combattenti ribelli. L’evacuazione era stata sospesa il 14 dicembre perché il governo siriano aveva chiesto che insieme ai civili fossero portati via anche i soldati feriti dell’esercito. Da quattro anni Aleppo è teatro di scontri tra le truppe di Bashar al Assad e i ribelli, che fino a poco tempo fa controllavano la parte est della città. Nei giorni scorsi l’Onu ha denunciato atrocità contro i civili.

L’azienda francese Vivendi sale al 20 per cento del capitale di Mediaset. La quota francese a questo punto è sufficiente per chiedere la convocazione di un’assemblea e la relativa rappresentanza in consiglio di amministrazione, scrive il Sole 24 Ore. Il governo italiano si è schierato contro la scalata, definita “ostile”, e la a procura di Milano ha aperto un’indagine a carico di ignoti per manipolazione del mercato in seguito all’esposto presentato da Fininvest, la società che gestisce le azioni della famiglia Berlusconi.

Potrebbero volerci dieci anni per concludere la Brexit. L’accordo per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea potrebbe non essere pronto prima del 2020. Lo ha dichiarato Sir Ivan Rogers, un diplomatico britannico, alla Bbc. Rogers ha aggiunto che il patto potrebbe anche essere respinto dai parlamenti nazionali degli stati membri dell’Ue.

Il senato ha votato la fiducia al governo Gentiloni. Dopo la camera dei deputatianche il senato ha concesso la fiducia all’esecutivo presieduto da Paolo Gentiloni. I voti a favore sono stati 169, i contrari 99. I senatori della Lega nord e di Ala sono usciti dall’aula durante la votazione, mentre il Movimento 5 stelle, Sinistra italiana e Forza Italia hanno votato no.

Più di un miliardo di account di Yahoo sono stati colpiti da un attacco hacker.L’attacco è avvenuto nel 2013, ma l’azienda statunitense ha diffuso queste stime solo oggi. Yahoo ha dichiarato che sono stati rubati nomi, numeri di telefono, password e indirizzi email, ma non dati bancari. L’azienda è stata colpita da un altro attacco informatico nel 2014. Yahoo sta per essere comprata dalla Verizon.

Le Farc espellono cinque comandanti che si rifiutavano di rispettare l’accordo di pace. Il gruppo di ribelli colombiani ha allontanato cinque comandanti che operavano nella giungla nel sudest del paese che si rifiutavano di smobilitare, come previsto dall’accordo di pace firmato con il governo di Juan Manuel Santos. Il patto prevede che le Farc rinuncino alle armi e diventino un partito politico, ma si teme che molti guerriglieri non vogliano abbandonare lo spaccio di cocaina, molto redditizio dal punto di vista economico.

I ministri delle finanze dell’eurozona hanno sospeso le misure per aiutare a ridurre il debito della Grecia. Il provvedimento sarebbe una risposta alla decisione del primo ministro Alexis Tsipras di aumentare la spesa per le pensioni. Il 5 dicembre l’eurogruppo aveva deciso di ridurre il peso del debito greco tagliando i tassi a breve termine e allungando alcuni termini di pagamento. “Le azioni del governo greco non sembrano essere in linea con i nostri accordi”, ha detto un portavoce del presidente dell’eurogruppo Jeroen Dijsselbloem.

L’Artico sta continuando a riscaldarsi a un ritmo doppio rispetto al resto del pianeta. Secondo il rapporto dell’agenzia degli Stati Uniti Noaa, il periodo tra ottobre 2015 e settembre 2016 è stato il più caldo mai registrato dal 1900. A settembre il minimo stagionale della banchisa è stato del 33 per cento inferiore rispetto alla media del 1981-2010. La copertura nevosa primaverile dell’area artica del Nordamerica ha toccato il minimo dal 1967.

Il film Manchester by the sea ottiene quattro nomination ai Sag awards. Si tratta dei premi assegnati dalla Screen actors guild (l’associazione che riunisce gli attori statunitensi) agli attori di film e show televisivi. L’opera di Kenneth Lonergan è quella che ha guadagnato più nomination, compresa quella per il miglior cast nel suo insieme, che è il premio principale. I Sag awards saranno consegnati il 29 gennaio 2017.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.