Isole Tremiti tra natura e mito

Le Isole Tremiti non sono solo mare: vi sono leggende, luoghi naturali oltre a quelli d’acqua dall’immenso fascino e molte attrazioni da vedere

Diomede, il personaggio

Diomede, era un eroe greco che partecipò alla guerra di Troia e tale guerra come noto, venne raccontata nel poema epico dell’Iliade. Lui nasceva ad Argo, ma da lì dovette fuggire assieme alla sua famiglia.

Diomede combatté per liberare Tebe e sposò Egialea, successivamente partì per la guerra di Troia.

La divinità che proteggeva Diomede era Athena la Dea della sapienza e con questa ovviamente affrontò le varie battaglie. Ulteriori duelli riuscì ad affrontare, tra questi quello contro Enea che aveva anche la protezione della Dea Afrodite, sua madre, ma comunque venne sconfitto da Diomede in battaglia.

Poi fu il turno del duello verso Glauco verso il quale però dimostrò lealtà in virtù del fatto che quest’ultimo ospitò la sua famiglia in passato, questo lo convinse a non guerreggiare con lui.

Terminata e vinta la guerra, Diomede torna nella sua patria ma la storia legata alla Regione Puglia è quella di un gesto che questo eroe greco compie secondo la narrazione leggendaria

Le Leggende della Puglia, delle Isole Tremiti legate a Diomede

Questo gesto è quello del gettare in mare, nei pressi del Gargano, tre sassi di grandi dimensioni che aveva raccolto a Troia: questi poi uscirono dall’acqua e presero la forma di isole, si tratta delle Isole Tremiti per l’appunto.

Vi è però un’altra leggenda e un’altra tipologia di narrazione al riguardo, quella secondo cui Diomede proprio sulle Isole Tremiti incontrò Dauno, re dei Dauni, e lo aiutò a sconfiggere i Messapi. Vinta tale battaglia sposò la figlia di Dauno, Euippe, che per dote portò all’eroe la parte settentrionale della Puglia. Sempre sull’incontro con Dauno però è legata un’altra leggenda, quella della presa del suo trono, Diomede in questo caso lo uccise.

Grotta dell’isola di San Nicola

La Grotta è quella di San Michele, si dice che in questa molte persone scorgano un teschio nella parte frontale della grotta stessa. Un’attrazione che assieme al resto dell’isola risulta essere molto apprezzata dalle persone.

Le bellezze naturali delle Isole Tremiti

A chi volesse visitare le isole Tremiti alla scoperta di queste leggende ricordiamo che in questo luogo ci sono anche ritrovamenti inerenti insediamenti del Neolitico e dell’Età del Ferro, e che è possibile visitare una necropoli che mostra due tombe definite a grotticella che risalgono al periodo ellenistico, e una di queste (quella maggiormente conosciuta) riporta sempre all’eroe greco Diomede visto che prende tale nome.

Dal punto di vista naturalistico, che è quello che poi vogliamo presentarvi, possiamo individuare come attrattivi gli Scogli Segati, definiti così in virtù del fatto che sono appunto divisi in due dopo essere franati in mare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.