Rassegna stampa dal mondo del 25 dicembre

In primo piano l’aereo precipitato in Siria e le manovre di Trump.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Un aereo militare russo diretto in Siria con a bordo 92 persone è precipitato nel Mar nero. Il Ministero della difesa russo ha comunicato che il velivolo si è schiantato in mare nei pressi della città di Sochi dopo essere scomparso dai radar e che ci sono poche probabilità che qualcuno sia sopravvissuto. Il volo era diretto a Latakia, in Siria, dove si sarebbe dovuto tenere un concerto in occasione del nuovo anno per le truppe russe impegnate sul campo. A bordo c’erano 9 giornalisti, 64 membri del coro dell’esercito, 8 membri dell’equipaggio e l’attivista umanitaria Elizaveta Glinka. Non si conoscono con precisione le cause dell’incidente. Il corpo di una vittima è stato rinvenuto a sei chilometri dalla costa di Sochi.

Donald Trump scioglierà la Trump foundation per evitare conflitti di interessi. Il presidente eletto degli Stati Uniti ha dato la notizia il 24 dicembre, dichiarando che vuole evitare “anche solo l’apparenza” di un conflitto di interessi con il suo ruolo di presidente. A settembre, il procuratore di New York Eric Schneiderman aveva aperto un’inchiesta sulla fondazione benefica dell’allora candidato repubblicano alla presidenza per verificare l’uso improprio di una parte dei fondi raccolti.

Il consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato una risoluzione di condanna degli insediamenti israeliani in Cisgiordania. Il voto è stato posticipato al 23 dicembre dopo che il paese promotore, l’Egitto, ha subìto pressioni da parte di Israele e del presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, che si è detto in contrario all’astensione. La risoluzione a quel punto è stata presentata da Malesia, Senegal, Nuova Zelanda e Venezuela e approvata da 14 stati membri su 15. Discostandosi dalla loro tradizione diplomatica, gli Stati Uniti non hanno posto il veto e si sono astenuti, permettendo di fatto l’approvazione. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha definito il voto “vergognoso” e il 25 dicembre ha annunciato che Israele rivedrà i propri legami con le Nazioni Unite.

Le Filippine si preparano ad affrontare il supertifone “Nock-ten”, evacuate le zone costiere. Migliaia di persone hanno abbandonato le loro abitazioni sulla costa della regione Camarines Sur e Camarines Norte, al centro del paese, dove è previsto per la giornata di oggi l’approdo del tifone di categoria quattro Nock-ten (noto come “Nina”). L’agenzia nazionale per le catastrofi naturali prevede allagamenti nelle zone costiere e frane nelle zone montuose. Decine di porti sono stati chiusi in previsione di onde alte due metri.

A gennaio l’Eurogruppo sbloccherà gli aiuti alla Grecia sui tassi a breve termine. Fonti dell’Eurogruppo hanno riferito che le misure per aiutare a ridurre il debito greco saranno sbloccate a gennaio, dopo che Atene ha rassicurato i membri dell’eurozona che rispetterà gli impegni presi sulla riduzione del debito. Il taglio sui tassi a breve termine, annunciato il 5 dicembre, era stato bloccato il 14 dicembre, dopo la decisione del primo ministro greco Alexis Tsipras di aumentare la spesa per le pensioni e di mantenere l’Iva bassa per alcune isole.

L’esercito nigeriano ha catturato l’ultima roccaforte di Boko haram nella foresta di Sambisa. Il 24 dicembre il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha annunciato che l’accampamento islamista è stato smantellato intorno alle 13.35 del 22 dicembre, nel quadro di un’offensiva sul larga scala nella foresta di Sambisa, una grande ex riserva di caccia a nordest del paese dove si trova la base del gruppo Boko haram.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.