Rassegna stampa dal mondo del 27 dicembre

In primo piano sempre l’aereo precipitato in Russia: ritrovata scatola nera.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Omaggi alle vittime dell’aereo precipitato in Russia.

Ritrovate le scatole nere dell’aereo russo precipitato nel mar Nero. Le autorità russe hanno confermato di aver localizzato la scatola nera del TU-154, precipitato subito dopo il decollo il 24 dicembre, mentre era in viaggio verso la Siria. Nell’incidente sono morte 92 persone, tra cui i componenti dell’ensemble musicale Alexandrov, che dovevano esibirsi per il concerto di Capodanno a Latakia. Non è ancora chiara la causa dello schianto, ma l’ipotesi dell’attentato è stata esclusa dal ministro dei trasporti Maxim Sokolov.

Comincia a Istanbul il primo processo contro i militari golpisti in Turchia. Cinque mesi dopo il colpo di stato fallito del 15 luglio, si è aperto a Istanbul il primo processo contro 29 presunti organizzatori del golpe. Ventuno imputati rischiano l’ergastolo per “tentata sovversione dell’ordine costituzionale” e “tentato colpo di stato”. Nel golpe di luglio morirono 270 persone e circa duemila furono ferite. Il governo ha accusato il predicatore Fethullah Gülen di essere l’ispiratore dell’operazione, poi sventata e ha avviato una serie di arresti, licenziamenti ed epurazioni.

Trentacinque civili uccisi nel Nord Kivu. Ci sono stati pesanti combattimenti nel Nord Kivu, nell’est della Repubblica Democratica del Congo tra milizie hutu e milizie nande, che hanno coinvolto anche l’esercito nazionale. Almeno 35 civili sono stati uccisi nel fine settimana di Natale. Il bilancio delle vittime è salito a 35 con l’annuncio di almeno 13 civili hutu uccisi il 25 dicembre da una milizia nande nel villaggio di Nyanzale.

Almeno sei persone sono morte e 18 risultano disperse a causa di un tifone nelle Filippine. Si aggrava il bilancio delle vittime provocate dal passaggio del tifone Nock-Ten che ha colpito l’arcipelago nel weekend di Natale. La tempesta, che non era prevista in questa stagione, ha provocato l’interruzione dell’elettricità e numerosi crolli, con venti che soffiavano a una velocità di 235 chilometri orari. Un traghetto è naufragato nella provincia di Batangas, a sud di Manila, causando la morte di una persona e la scomparsa di altre 18.

Israele si prepara a costruire nuovi insediamenti nei territori occupati. Sfidando la risoluzione delle Nazioni Unite, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che non accetterà l’ingerenza internazionale e ha accusato l’amministrazione Obama di essere l’ispiratrice della risoluzione del Consiglio di sicurezza che il 23 dicembre ha condannato gli insediamenti israeliani in Cisgiordania. Netanyahu ha detto che presenterà le sue rimostranze al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il premier giapponese Shinzo Abe a Pearl Harbour. Abe ha visitato diversi memoriali della seconda guerra mondiale alle Hawaii prima di recarsi a Pearl Harbour, la base militare statunitense attaccata dal Giappone nel 1941. Abe pregherà per le vittime dell’attacco, ma non chiederà ufficialmente scusa per l’operazione militare in cui furono uccisi 2.403 militari statunitensi.

Sospesi gli account Twitter di alcuni predicatori legati ad Al Qaeda. Il predicatore giordano Abu Qatada e altri due leader religiosi legati al gruppo terroristico sono stati sospesi dal social network. I tre account avevano migliaia di follower e commentavano la guerra in Siria e le operazioni dello Stato islamico. Twitter finora aveva colpito soprattutto i sostenitori dello Sttao islamico, oscurandone gli account.

Aumentano le vendite di armi da parte degli Stati Uniti. Malgrado una generale diminuzione del commercio di armi a livello globale, con 40 miliardi di dollari di fatturato il commercio statunitense di armi rappresenta circa la metà del mercato mondiale. Nel 2015 la vendita di armi da parte degli Stati Uniti ha fatto registrare un aumento corrispondente a 4  miliardi di dollari di valore.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *