E’ morta Carrie Fisher, aveva 60 anni: colta da malore qualche giorno fa sembrava stesse bene

Carrie Fisher

Carrie Fisher

L’attrice Carrie Fisher è morta all’età di 60 anni, conosciuta al grande pubblico soprattutto per il ruolo della principessa Leila nella saga di Star Wars, saga in cui era ricomparsa di recente riprendendo il suo storico ruolo. Alcuni giorni fa l’attrice era stata colta da malore dopo il quale però si era ripresa e sembrava stesse bene e invece pare ci sia stato un nuovo peggioramento delle sue condizioni.

L’attrice aasce a Beverly Hills, California, figlia del cantante Eddie Fisher e dell’attrice Debbie Reynolds. Todd Fisher è suo fratello minore. Sue sorellastre sono le attrici Joely Fisher e Tricia Leigh Fisher, figlie della terza moglie del padre, Connie Stevens. Quando aveva solo due anni, i suoi genitori divorziarono e suo padre sposò Elizabeth Taylor.

Carrie Fisher crebbe con l’idea di seguire le orme dei suoi famosi genitori. Cominciò a farsi notare stando con sua madre a Las Vegas all’età di 12 anni. Frequentò la Beverly Hills High School, ma abbandonò gli studi per diventare un’attrice. La sua prima apparizione nel mondo dello spettacolo avvenne con l’interpretazione del ruolo di una debuttante e ballerina nel revival di Broadway Irene (1973), facendo la parte della madre.

Successivamente si iscrisse alla Central School of Speech and Drama di Londra, dove rimase per 18 mesi. Il suo primo ruolo in un film fu nella commedia della Columbia Shampoo (1975) assieme a Warren Beatty, Julie Christie, Goldie Hawn, Lee Grant e Jack Warden.

Nel 1977 interpretò il personaggio della Principessa Leila, nel classico della fantascienza di George Lucas Guerre stellari, con Mark Hamill, Harrison Ford, Peter Cushing e Alec Guinness.

A Broadway interpretò Iris in Censored Scenes From King Kong (1980).Riprese il ruolo della Principessa Leila ne L’Impero colpisce ancora (1980), e nell’ultimo film della trilogia Il ritorno dello Jedi (1983).Carrie Fisher in una foto del 1978 in compagnia di Wim Wenders.

La saga di Guerre stellari fu un successo mondiale che la rese famosa in tutto il mondo. La Principessa Leila negli Stati Uniti divenne un trionfo del merchandising; sono state prodotte bamboline di plastica (altrimenti dette action figures) diffusissime nei negozi di giocattoli. La Fisher ha spesso scherzato sul fatto che a divenire famosa non è stata lei, ma la Principessa Leila, che il caso aveva fatto somigliare a Carrie.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.