Rassegna stampa dal mondo del 28 dicembre

In primo piano accordo Russia e Turchia, terremoto in Nevada.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Russia e Turchia hanno trovato l’accordo per un cessate il fuoco in Siria. Lo sostengono i mezzi d’informazione turchi. L’accordo prevede una tregua in tutto il paese a partire dalla mezzanotte del 29 dicembre. Il cessate il fuoco ora sarà sottoposto al parere del governo di Damasco. Nel frattempo 22 civili sono morti in un raid aereo su un villaggio occupato dal gruppo Stato islamico nell’est del paese, fa sapere l’ong Osservatorio siriano per i diritti umani.

Il premier giapponese Shinzō Abe ha visitato Pearl Harbor. Il primo ministro ha fatto visita alla base navale statunitense attaccata dall’esercito giapponese nel 1941. Abe ha offerto le sue “sincere e durature condoglianze” alle vittime dell’attacco. Ad accompagnarlo c’era il presidente statunitense Barack Obama. La visita di Abe segue quella di Obama al memoriale di Hiroshima a maggio.

Le autorità russe ammettono l’esistenza di un sistema di doping. Per la prima volta alcuni funzionari russi, intervistati dal New York Times, non hanno smentito le ammissioni fatte dall’ex responsabile dell’antidoping, Grigory Rodchenkov, che sosteneva che alle Olimpiadi di Sochi erano stati manipolati i campioni di urina degli atleti ed erano stati somministrati farmaci illegali. I funzionari negano però che il sistema di doping sia stato messo in piedi dal Cremlino.

L’ex presidente argentina Cristina Fernández accusata di corruzione. Un giudice federale di Buenos Aires ha formalizzato le accuse di associazione illecita e amministrazione fraudolenta. Fernández è sospettata di aver pilotato degli appalti pubblici durante la sua amministrazione per favorire il gruppo Austral, di proprietà dell’imprenditore Lázaro Báez, ma nega tutte le accuse e sostiene che il processo sia stato organizzato dall’attuale presidente Mauricio Macri.

Terremoto di magnitudo 5,8 in Nevada. Il sisma è stato avvertito a 29 chilometri dalla città di Hawthorne ed è stato avvertito anche in California. Finora non si hanno notizie di eventuali danni.

Recuperata la prima scatola nera dell’aereo russo precipitato nel mar Nero. Le autorità russe hanno ritrovato la scatola nera e l’hanno spedita a Mosca. L’aereo TU-154 è precipitato subito dopo il decollo il 24 dicembre, mentre era in viaggio verso la Siria. Nell’incidente sono morte 92 persone, tra cui i componenti dell’ensemble musicale Alexandrov, che dovevano esibirsi per il concerto di Capodanno a Latakia. Non è ancora chiara la causa dello schianto, ma l’ipotesi dell’attentato è stata esclusa dal ministro dei trasporti Maxim Sokolov.

In Romania respinta la candidatura a premier della musulmana Shhaideh. Il presidente romeno Klaus Iohannis ha bocciato la candidatura di Sevil Shhaideh alla carica di primo ministro. Shhaideh, 51 anni, fa parte della minoranza tatara, è di religione musulmana ed è sposata con un siriano. La donna è una stretta collaboratrice di Liviu Dragnea, leader del partito socialdemocratico (Psd) che ha vinto le elezioni dell’11 dicembre. Dragnea non può assumere l’incarico di premier perché è stato condannato per frode, per questo ha proposto Shhaideh. Se la sua candidatura fosse stata accolta, Shhaideh sarebbe diventata la prima donna musulmana a guidare il governo.

Il ghepardo rischia l’estinzione. Secondo un nuovo studio, il ghepardo si sta rapidamente estinguendo. Infatti sono rimasti solo 7.200 esemplari di questa specie nel mondo, concentrati in sei paesi dell’Africa meridionale e in Iran. Secondo la ricerca, il ghepardo vive in zone di guerra e non è sufficientemente tutelato il suo habitat.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.