Rassegna stampa dal mondo dell’8 settembre

In primo piano il terremoto in Messico.

rassegna-stampa-news

Terremoto in Messico

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Messico. Un forte terremoto di magnitudo 8.1 è stato registrato al largo di Messico e Guatemala, a una profondità di 33 chilometri, che ha provocato un’onda di tsunami di un metro. Almeno tre morti nello Stato messicano del Chiapas e uno in Guatemala, nello Stato di San Marcos. A Città del Messico la gente ha abbandonato gli edifici fuggendo in strada. In Guatemala si è verificato un blackout e diverse città sono rimaste senza energia elettrica.

USA. L’uragano Irma si sta dirigendo verso la Florida con effetti “peggiori del previsto”. E’ quanto afferma il governatore Rick Scott, precisando che “sarà più pericoloso di Andrew, l’uragano più devastante della storia dello Stato”. E’ salito a 13 morti il bilancio delle vittime del passaggio dell’uragano sui Caraibi: colpite le Virgin Islands e Barbuda, dove il 95% delle strutture è stato distrutto. Meteorologi: “Impatto diretto su Miami”.



Seul. Sabato, anniversario della fondazione della Corea del Nord, Pyongyang potrebbe lanciare un altro missile balistico intercontinentale. L’ipotesi viene avanzata dalla Corea del Sud, che teme altri lanci nel weekend o intorno al 10 ottobre, giorno della nascita del Partito dei Lavoratori nordcoreano. I test del Nord sono infatti spesso associati a importanti eventi o ricorrenze legati a storia e leadership del Paese.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.